• MW SUGGESTIONS •

In viaggio con papà

Data pubblicazione : 06/03/2018     
Autore : Franca D.Scotti


Perché non scegliere per la ricorrenza della Festa del papà  un bel viaggio in bici?
Il periodo è perfetto, sta arrivando la primavera, le giornate si allungano e la bici è il mezzo più adatto a creare affiatamento e solidarietà.
Il papà sarà pronto a organizzare, studiare il percorso, assistere nelle difficoltà, far assaporare la soddisfazione della meta raggiunta.

In Italia

Un itinerario classico è quello in Emilia Romagna, lungo le rive del Po, in quel magico territorio del Delta, Riserva della  Biosfera Unesco, posto tra terra e acqua, che si snoda per chilometri.
Proprio in questa zona si svolge il ricco programma della  Primavera Slow 2018, che, per 14 settimane, dal 17 marzo fino al 24 giugno, offre  un calendario ricco di eventi dedicati al birdwatching, al turismo naturalistico, alla fotografia naturalistica, al cicloturismo, al turismo fluviale, alla enogastronomia,  al turismo sportivo en plein air.
Un calendario, ricco anche di oltre 1000 escursioni in barca, in bicicletta, a piedi, dalle saline di Cervia, passando per Goro e Mesola fino alle Valli di Comacchio e, più a nord, anche nella zona veneta del Parco.

Ci si può poi fermare a Cesenatico, la città marinara nel cuore della Riviera Romagnola, con il più alto rapporto di spazi verdi di tutta la costa, perfetta per un viaggio in famiglia tra natura, cultura, bici e relax.
Incantevoli le casette colorate dell’antico borgo con il porto canale disegnato da Leonardo da Vinci, dove si possono ammirare le storiche imbarcazioni con le vele issate al vento  del Museo della Marineria. La catena Ricci Hotels propone offerte particolarmente vantaggiose per famiglie con bambini.

In Europa

La Polonia, destinazione in crescita, invita a sperimentare lunghe passeggiate in bicicletta alla scoperta di un ricco patrimonio culturale e artistico, soprattutto nelle città, e un paesaggio naturalistico variegato. Fra le mete turistiche più amate dagli italiani spiccano Cracovia e la regione di cui è capoluogo, la Małopolska,  Danzica, e Breslavia. In bici si percorrono le spiagge bianche e le dune mobili del Mar Baltico, i laghi della Masuria, la foresta primordiale di Białowieża dove vivono i żubr, ultimi bisonti d’Europa,  boschi e parchi nazionali.

In  Repubblica Ceca
Czech Tourism e Fiab hanno creato programmi per promuovere  il cicloturismo in Repubblica Ceca: per tutti i gusti e tutte le gambe, un modo  per esplorare a ritmo slow città e borghi, fiumi e laghi, montagne e campagne di una terra variegata e accogliente, al centro di importanti ciclovie internazionali.
Tra le decine di itinerari eccone alcuni.

Parte proprio dalla Repubblica Ceca la Via dell’Elba (quasi 400km, da Praga a Dresda), un tuffo nella storia, prima lungo la Moldava e poi lungo l’Elba. Inaugurata solo da un paio d’anni,  è arrivata anche una ciclabile che ricalca l’antico percorso della ferrovia che collegava la città boema di Slavonice e quella austriaca di Dobersberg. Per papà e bimbi meno allenati nel Sud della Boemia  le piste ciclabili si insinuano tra i laghi artificiali della zona di Trebon in un paesaggio unico di terra e acqua. Nel Sud della Moravia, là dove corre la Via del Vino, gli itinerari cicloturistici si avventurano invece in piacevoli saliscendi tra filari di vigne, a caccia di paesini pittoreschi.
E per un tour educativo alla scoperta del bello, ecco l’itinerario nelle città d’arte, dei monumenti storici e dei numerosi siti Unesco di cui il Paese è ricchissimo, come a  Cesky Krumlov,  città Unesco circondata da una fitta rete di piste ciclabili.

In Olanda
Più impegnativo il viaggio in bici in Olanda. Si raggiunge la destinazione con un volo low cost e si affittano le bici sul posto.
Il Kop van Noord-Holland, tradotto letteralmente “la testa del Noord -Holland” si trova nel nord dell’Olanda e comprende le 4 municipalità di: Den Helder, Hollands Kroon, Schagen e Texel.  Le cittadine e il paesaggio di questa zona sono rinomate soprattutto per i loro deliziosi centri storici, per le loro spiagge con dune e per le estese aree naturali circostanti. Meta ideale per conoscere la vera essenza dell’Olanda.
Non solo: questi paesaggi sconfinati dall’inaspettata bellezza hanno anche una zona con numerosi campi di tulipani e altri fiori da bulbo. In particolare si tratta dell’area compresa tra Petten, Den Helder, Nieuwe Niedorp e Wieringerwerf; un frammento di terra tra il Mare del Nord e il mare interno “Ijsselmeer” da scoprire in bicicletta o a piedi, ammirando i campi dagli svariati colori.
I campi in fiore si trovano anche nella località di Julianadorp aan Zee, situata proprio a ridosso delle dune. Anche qui è consigliabile un giro in bicicletta per ammirare i campi colorati ed una visita al giardino “Floratuin” dove si possono  anche raccogliere i fiori.





CHANEL SVELA IN ANTEPRIMA LA NUOVA CAMPAGNA PUBBLICITARIA DI COCO MADEMOISELLEDesign per "la forma dell'acqua": ecco il nuovo rubinetto