• MW SUGGESTIONS •

Evasioni primaverili

Data pubblicazione : 03/04/2018     
Autore : Franca D. Scotti


Ci sono i previdenti, quelli che prenotano con grande anticipo per aggiudicarsi tariffe molto vantaggiose, i last minute, gli indecisi fino all’ultimo.
Comunque gli Italiani non rinunciano a godere una breve/lunga vacanza in occasione dei ponti primaverili.
Le tendenze? Soggiorni in montagna e vacanze benessere, viaggi negli Emirati Arabi, Oman, Marocco, New York e Oceano Indiano ed exploit del Mar Rosso.
Soprattutto, in vista delle vacanze lunghe dell’estate, questa pausa di primavera viene vissuta come occasione rilassante.
Qualche suggerimento anche da parte nostra.

Fitness & relax in Portogallo.
Viana do Castelo è una piccola cittadina che sorge alla foce del fiume Lima. Poco conosciuta dal turismo di massa, è famosa in Portogallo per essere una località balneare dal clima dolce, con una folta vegetazione e un centro storico ricco di monumenti.
È anche considerata la "Mecca dell'Architettura" grazie ai famosi architetti contemporanei portoghesi che hanno progettato numerose infrastrutture e spazi: la Biblioteca di Álvaro Siza Vieira, l'Ostello della Gioventù (Pousada da Juventude) di Carrilho da Graça, il Centro Cultural de Viana do Castelo di Souto Moura e la Piazza della Libertà (Praça da Liberdade) di Fernando Távora.

Budapest, il cuore dell'Est
Perché non puntare all’Est Europa con un week end a Budapest tra benessere e storia?
Formata da Buda e da Pest, la capitale ungherese è rinomata per le più di 100 sorgenti termali, sfruttate già dai romani quando la colonizzarono. I bagni più famosi sono i Király, la cui costruzione è iniziata nel 1565, in pieno periodo turco: particolari la cupola e la piscina di forma ottagonale e il fatto di essere aperti ad entrambi i sessi, ma rigorosamente in giorni differenti!

Anche i bagni Rudas presentano le caratteristiche distintive del periodo turco (la cupola e la piscina a pianta ottagonale) e si trovano in una posizione centralissima della città. I Gellért sono del 1918, in un luogo dove in precedenza vi era già una struttura del genere, poi "ammodernati" in stile Art Nouveau nel 1927 e nel 1934 con mosaici colorati, le colonne di marmo, le vetrate e le numerose statue, che contribuiscono a rendere questa struttura una delle più belle dell’intera città.

C'è tanto da vedere a Budapest, oltre alle terme. Con la guida si visitano le principali attrazioni su entrambe le rive del Danubio: la Piazza degli Eroi, il Castello di Vajdahunyad, il Viale Andrássy, il Teatro dell'Opera, la Sinagoga della via Dohány, la Basilica di Santo Stefano e il Parlamento.
Per concludere, una passeggiata sulla Collina del Castello, con la Chiesa Mattia, il Bastione dei pescatori, Monte Gerardo e la Cittadella.






PANCIA PIATTA: COME COMBATTERE GONFIORE E PESANTEZZAIn attesa dei Saloni 2018!