• MW SUGGESTIONS •

PROSSIMA FERMATA... LAMBRATE!

Data pubblicazione : 11/01/2018     
Autore : Antonio Sarti


Considerato per molti anni zona pericolosa, caratterizzata dal grigiore della stazione ferroviaria e utilizzato soprattutto come quartiere dormitorio, oggi Lambrate vive una seconda giovinezza e si identifica per i diversi locali che animano le sue vie principali, complice il gran numero di studenti fuori sede che qui trova dimora.

Iniziando il nostro giro turistico, come d’abitudine, lasciandoci alle spalle la stazione ferroviaria e metropolitana, ci dirigiamo dietro ad essa, attraversando il sottopasso su viale delle Rimembranze fino a giungere nel nostro primo punto di approdo: via Conte Rosso. Questa piccola strada di periferia rappresenta al meglio l’avvenuto processo di riqualificazione del quartiere, effettuato senza snaturare l’essenza di Lambrate con le sue botteghe di zona ma affiancando a queste ultime negozi moderni e funzionali, in una convivenza tra passato e presente ben riuscita.

Proseguendo a piedi possiamo raggiungere facilmente via Rombon, arteria di scorrimento cittadino che conduce in Milano chi arriva da est: qui il nostro interesse si focalizza su un magnifico esempio di arte che si confonde nella città, ovvero Villa Busca Serbelloni. Risalente alla fine del diciassettesimo secolo, eredità di un periodo storico in quest’area della città era zona di villeggiatura per i nobili milanesi, trattandosi all’epoca di aperta campagna: oggi invece, nascosta dai condomini e dalle infrastrutture moderne, la villa mostra tutti i suoi anni ma nasconde una bellezza da riscoprire e valorizzare.

Da via Rombon ci incamminiamo verso due possibili tappe di ristoro, entrambe piuttosto famose e rinomate: tra via Teodosio e via Adelchi troviamo il Moscow Mule Pub e il celebre Birrificio di Lambrate. Se il primo fa del vino e dei cocktail il suo punto forte, affermatosi come location ideale per aperitivi e serate all’insegna della buona cucina, il secondo punta tutto sulla sua birra artigianale, un marchio divenuto un must non solo in Milano ma anche in tutta la Lombardia, come dimostra la sua clientela dalla provenienza variegata. Scegliete voi, ma provate almeno uno dei due.

Sempre da via Teodosio vi riportiamo, a passo lento per non affaticare la digestione, in direzione della stazione: la scenografia scelta è via Giovanni Pacini, bel viale alberato che tanti di voi avranno percorso a piedi durante gli studi universitari. Siamo di nuovo alla fermata della metropolitana, ma prima di salire in carrozza è obbligatorio un salto da Pizza Mundial, una rosticceria “volante” i cui profumi attirano orde di studenti in attesa dei treni; probabilmente non sarà la pizza del secolo, ma vi assicuriamo che è un’esperienza da non perdere quando si passa a Lambrate. Bene, adesso possiamo andare, in direzione della nostra prossima tappa.

Indicazioni per seguire l’itinerario: [clicca qui]





PROSSIMA FERMATA... PORTA GENOVA!GLI EVENTI DA NON PERDERE