• MW SUGGESTIONS •

R-ESTATE A MILANO: IL MUSEO POLDI PEZZOLI

Data pubblicazione : 10/07/2017     
Autore : Alice Civai


“Dispongo che la mia casa e tutte le opere in essa contenute divengano una Fondazione Artistica ad uso e beneficio pubblico in perpetuo colle norme in corso per la Pinacoteca di Brera.”

Con queste parole Gian Giacomo Poldi Pezzoli nel 1871 donò per volontà testamentaria alla città di Milano non solo la propria casa e le sue collezioni d’arte ma un intero patrimonio di cultura e memoria comuni, che rende ancora più ricca la storia della città.

Gian Giacomo Poldi Pezzoli a partire della metà dell’Ottocento iniziò a realizzare una grande raccolta d’arte, da allestire in una casa-museo, che esemplificasse il più possibile l’arte dei diversi secoli, in linea con lo stile eclettico del tempo. Stimolato da questo obiettivo, il nobile milanese diede vita ad una delle collezioni più ricche di tutta Europa, che vanta al suo interno capolavori di inestimabile valore, tra cui: “Ritratto di giovane donna” di Piero del Pollaiolo, “Madonna con il Bambino” di Sandro Botticelli, “Gondole sulla laguna” di Francesco Guardi, oltre a opere di Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Francesco Hayez e Lucas Cranach il Vecchio.

La collezione Poldi Pezzoli conta più di trecento dipinti, a cui si aggiungono sculture, porcellane, argenti, oreficerie, tessuti, pizzi, tappeti, orologi, armi e armature oltre ad una splendida e vasta biblioteca. L’intera collezione, allargatasi negli anni grazie a donazioni e lasciti, era ospitata nelle ricche sale del palazzo, originariamente adornate seguendo i vari stili del passato, in modo da esaltare ancor di più le opere. Dal Neogotico al Rinascimento, dal Barocco al Rococò, le camere e i saloni si plasmavano alla collezione, divenendo con essa un tutt’uno.
Troviamo così, come esempio su tutti, lo splendido Studiolo Dantesco: in origine lo studio privato di Gian Giacomo Poldi Pezzoli, decorato ispirandosi a Dante e al Medioevo, richiama alla mente i celebri e misteriosi esempi di studioli e wunderkammer, di cui la storia dell’arte è ricca. Quest’ambiente raccolto era destinato ad accogliere i migliori pezzi della collezione di arti applicate, tra cui lo splendido nautilus: una conchiglia fragilissima di una rara specie, riccamente incisa dalle manifatture di Amsterdam a metà Seicento.

Buona parte degli ambienti del palazzo furono distrutti con i bombardamenti del 1943, facendo così perdere per sempre larga parte delle decorazioni originali; quella che oggi vediamo è dunque una versione “alleggerita” degli ambienti di un tempo. Quest’infelice perdita ha però permesso un felice connubio tra arte ottocentesca e arte contemporanea: risale infatti al 2000 l’intervento del grande scultore Arnaldo Pomodoro nell’allestimento della Sala d’Armi, originariamente in stile Neogotico, in cui interpreta il tema dell’Armeria valorizzando la sua identità storica.

Il Museo Poldi Pezzoli è un’istituzione storica di Milano che tuttora tiene fede alla vocazione originaria della collezione: essere al servizio della comunità. Il Museo è infatti attivo su tre distinti fronti di mostre temporanee: mostre di ricerca sulla storia del collezionismo, valorizzazione delle proprie collezioni, rilettura delle opere da parte di artisti contemporanei, oltre ad una mostra a tema durante il Salone del Mobile che indaga il rapporto tra manifattura artistica e design contemporaneo. Alle esposizioni temporanee si aggiungono poi numerose attività collegate alle mostre in corso che danno vita ad calendario ricco di eventi.

Il programma di questa calda estate prevede: fino al 31 luglio la mostra C’ERA UNA VOLTA IN GIAPPONE, fino al 18 settembre la mostra I TAPPETI PERSIANI DEL MUSEO POLDI PEZZOLI e domenica 23 luglio il terzo appuntamento con MUSICA AL MMUSEO POLDI PEZZOLI. Per tutti i turisti che sanno in città d’estate sono previste due aperture gratuite nei giorni di mercoledì 9 e mercoledì 23 agosto mentre per i più piccoli si terranno diversi laboratori per bambini.

Il Museo Poldi Pezzoli è un gioiello che unisce passione personale, lungimiranza e cura per diverse forme d’arte in un palazzo affascinante dall’atmosfera magica: vi invitiamo a scoprire nel cuore di Milano una parte viva e pulsante del cuore della città stessa.

Per tutte le informazioni, approfondimenti e programma completo degli eventi: www.museopoldipezzoli.it





LE NOSTRE COLAZIONI PREFERITER-ESTATE A MILANO: IL MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI