• MW SUGGESTIONS •

R-ESTATE A MILANO: IL MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA LEONARDO DA VINCI

Data pubblicazione : 17/07/2017     
Autore : Alice Civai


Vi presentiamo oggi uno dei luoghi più interessanti, insoliti e vivaci della città di Milano, un’istituzione frizzante, arguta, competitiva con le maggiori realtà culturali europee e mondiali, un’eccellenza della divulgazione culturale in Italia: il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.

Nel 1507 i monaci Olivetani presero possesso delle vecchie strutture del convento benedettino e della Basilica di San Vittore, in via San Vittore a Milano. Poco dopo il loro insediamento avviarono un’ampia campagna di miglioramenti e ampliamenti che compresero anche la costruzione di una nuova chiesa. In epoca napoleonica il monastero divenne ospedale militare e successivamente si trasformò in caserma dell’esercito italiano. I bombardamenti dell’agosto 1943 non risparmiarono la struttura, che venne pesantemente danneggiata; per anni il vecchio monastero fu lasciato al suo destino, cava di materiale per la città, segnato da costanti frane e crolli. Poi la svolta: è del 1947 la notizia che in quel luogo sorgerà il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica, inaugurato ufficialmente il 15 febbraio 1953.

In occasione dell’inaugurazione del Museo venne allestita una mostra sull’opera di Leonardo da Vinci, a cui l’istituzione fu titolata per omaggiare il suo essere simbolo della continuità tra cultura scientifico-tecnologica e arte. Oggi al genio vinciano è dedicato un intero dipartimento del museo, Leonardo Arte & Scienza, a cui si aggiungono i dipartimenti di Materiali, Trasporti, Energia, Comunicazione, Nuove Frontiere e Scienze per l’Infanzia.

Il patrimonio del Museo è vastissimo e comprende: 16.000 beni tecnico scientifici e artistici distribuiti nei vari dipartimenti; l’archivio che raccoglie testi storici, audiovisivi, disegni e fotografie; la biblioteca, che vanta 50mila volumi e riviste. Il Museo occupa nel suo complesso un’area enorme - sono 50.000 i mq di superficie totale, di cui 33.000 al coperto e 25.000 dedicati all’esposizione. Non ci stupirà dunque sapere che in esso trovino spazio 16 sezioni espositive, 13 laboratori interattivi e 155 percorsi educativi.
Ciò che invece ci stupirà è sapere, per esempio, che negli spazi esterni del museo è ospitato il sottomarino Enrico Toti, il primo sottomarino costruito in Italia dopo la seconda guerra mondiale, visibile a tutti i visitatori e con un biglietto aggiuntivo è possibile salire a bordo e scoprire i suoi segreti con una visita guidata.

Il Leonardo da Vinci è il più grande museo della scienza e della tecnologia in Italia, nonché uno dei più importanti d’Europa e del mondo, e la cosa più importante è che è un’istituzione estremamente dinamica e viva, aperta a tutti: ogni dipartimento organizza esposizioni tematiche, attività educative, conferenze e workshop confermando il Museo come luogo che custodisce e comunica un patrimonio vivo di memoria.

Se dunque siete in vacanza a Milano o, all’opposto, se siete a Milano perché in vacanza non ci siete ancora andati, un’ottimo suggerimento per passare una giornata diversa, arricchendosi anche un po’, è proprio quello di visitare il Museo di via San Vittore 17, che propone, in aggiunta all’esposizione permanente, un fitto palinsesto estivo. Il Museo della Scienza e della Tecnologia rimarrà infatti sempre aperto (15 agosto compreso) e proporrà numerosi eventi e laboratori dedicati ai bambini e ai ragazzi di tutte le età. Fino al 3 settembre si potrà inoltre visitare la mostra 100 VOLTE IN GIRO che presenta le più belle biciclette della collezione dai primi esempi del 1800 alle moderne bici da corsa, attraverso le 100 edizioni del Giro d’Italia e i 200 anni dal brevetto della draisina. E se avete amici stranieri in visita li potrete stupire facendoli partecipare, fino al 10 settembre, ad una visita guidata in lingua inglese!

"Il Museo è vivo, di tutti, aperto a tutti. Oggi il mondo cammina a ritmo vertiginoso e tutti ne cerchiamo le ragioni e le possibilità. Il Museo vive, è il Museo del Divenire del Mondo”. Guido Uccelli, fondatore del Museo.

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci nasce da una grande idea, allora visionaria e ancora oggi innovativa. Non ci resta che tornare un po’ bambini e lasciarci stupire.

Per tutte le informazioni e ogni tipo di approfondimento si rimanda al sito www.museoscienza.org





R-ESTATE A MILANO: IL MUSEO POLDI PEZZOLIR-ESTATE A MILANO: LA PINACOTECA AMBROSIANA