• MW SUGGESTIONS •

Torna casa Cupiello al Teatro Studio

Data pubblicazione : 26/11/2013     
Autore : Silvia De Bernardi



Come in uno spartito musicale più note compongono una melodia, così nel sorprendente “assolo” di Fausto Russo Alesi confluiscono le voci dei numerosi personaggi della tragicommedia eduardiana.
Una versione solitaria, una chiave d’accesso davvero coraggiosa per un testo semplice,in quanto popolare, ma complesso in quanto umano e squisitamente metaforico, raccontato in un’unica voce per suggerire al pubblico uno spettacolo di evocazione tra il sonno e la veglia, tra la vita e la morte, tra la realtà e la finzione, tra la lucidità e il delirio. 

In casa Cupiello, misera, distrutta, quasi terremotata, scorre la vita, si accumulano le fatiche, si ricerca una felicità che pare irraggiungibile. 
I personaggi amano, giudicano, soprattutto sbagliano. Sono ambigui, gelosi, incapaci di parlarsi apertamente, si nutrono di finzione. I dialoghi e i tempi sono quelli della leggerezza e dell’ironia, ma dal testo emerge una vena amara e desolante.
E sul palco, spoglio di presenze fisiche ma carico di personaggi, scorre la poesia. 






“Il colore dei gesti” Memoria Design e Teatro Cartier espone al Grand Palais di Parigi