• MW SUGGESTIONS •

LA GRANDE OCCASIONE

Data pubblicazione : 23/05/2017     
Autore : Silvia De Bernardi


Due mostre davvero interessanti, che hanno molto da dire ad un pubblico disposto ad ascoltare oltre che a guardare, un’occasione per promuovere e diffondere nell’arte linguaggi innovativi e pratiche di contaminazione stimolanti e suggestive.
In un periodo storico dove a volte è difficile sentirsi a casa anche nella città in cui si è sempre vissuti, due mostre per approfondire il tema dell’ ABITARE, inteso come capacità di connotare e dare identità ad un luogo, per possederlo mentalmente oltre che fisicamente.

Maestro di questo modo di fare arte, ed ospite centrale del festival è infatti Ugo la Pietra, dal cui film la manifestazione prende non solo il titolo, ma soprattutto l’anima. Caratteristica di questo grande personaggio è da sempre l’attenzione ai comportamenti delle persone e alle loro relazioni con l’ambiente e lo spazio. Se il percorso di un artista solitamente nasce dall’interno per procedere verso l’esterno, quello di La Pietra parte invece dal fuori, influenzato dai fenomeni esterni, dalla società e dal comportamento degli individui.
Il suo modo di intendere l’arte prende vita proprio dalla sua profonda attitudine a guardare, ad osservare, a leggere ogni aspetto della realtà, ogni sfaccettatura sociale, ogni sfumatura politica e relazionale. Un’arte che si fa sintesi antropologica e sociale, per parlare dell’Uomo e della sua incredibile capacità di possedere e fare proprio l’ambiente che abita.
Di seguito il programma:
Dal 25 al 28 maggio 2017  Fonderia Artistica Battaglia

Ugo La Pietra - Abitare Milano - Analisi e decodifica dello spazio urbano
Ugo la Pietra prosegue il proprio percorso di ricerca sulla città con l’installazione interattiva Abitare Milano-Analisi e decodifica dello spazio urbano, a cura di Lucio La Pietra, in cui svelerà all’avvicinarsi dello spettatore 4 diverse Milano: la Milano arredata - oggetti privati e oggetti pubblici vengono messi a confronto, la Milano del verde - il verde pubblico come sinonimo di bosco verticale, la Milano del sesso - un invito a liberare la nostra fantasia delle sovrastrutture culturali e religiose, la Milano Monumentale - l’atto del costruire contestualizzato allo spazio.



Bibi Yamamoto - 
Woman Geographies
Mostra monografica di Bibi Yamamoto con la nuova edizione delle sculture in bronzo. In esposizione anche disegni e stampe grafiche di tecnica mista e installazioni audio-sonore che introducono al suo “abitare domestico”.



Dal 30 al 31 maggio 2017 Bagni Misteriosi

Yuri Ancarani - Ricordi per moderni
L’indagine di Yuri Ancarani sposta il tema su grande scala proponendo in circa 60 minuti un ritratto molto originale di Ravenna e della Romagna. Attraverso una documentazione sui cambiamenti e i fenomeni che l’hanno vista protagonista negli ultimi decenni, tra immigrazione, industria del petrolchimico e paesaggi ancestrali, Ancarani mostra della sua terra natale ciò che non si vede ma che sappiamo bene esistere.






RICCARDO III, AL "PICCOLO" UNO SHAKESPEARE REGALEBOOK REVIEW: DACIA MARAINI, TELEMACO E BLOB