• MW SUGGESTIONS •

LA VITA DI GOLDONI SULLA SCENA, AL PICCOLO RITORNA “LA BARCA DEI COMICI”

Data pubblicazione : 09/03/2016     
Autore : Antonio Sarti


Non pago dei positivi riscontri ricevuti nel corso di una tournée lunga quattro stagioni e venti città italiane, come a chiusura di un simbolico percorso torna dove tutto è iniziato “La barca dei comici”, commedia di Stefano De Luca basata su un copione di Giorgio Strehler e mai portata sul palcoscenico.
Una piccola infarinatura letteraria sul testo goldoniano che sta alla base del copione: si tratta di un´opera della tarda attività del commediografo veneziano, redatta in lingua francese: l´idea di fondo che muove l´animo di Goldoni non è quella di realizzare una biografia, come suggerirebbe il titolo, bensì di narrare il proprio percorso di vita compiuto nel teatro; se partiamo dal presupposto che per lui il teatro rappresentava l´essenza più pura dell´esistenza umana, possiamo ben capire come sia lecito affermare la profonda assonanza tra la sua vita e l´arte teatrale.

Il passo da cui prende spunto il copione teatrale di Strehler è la fuga del Goldoni da Rimini a Chioggia su una barca con altri autori comici: mettere in scena la sua vita è lo scopo che anima l´opera, un´intenzione che il regista De Luca, allievo del grande Strehler, evidenzia e cerca di indirizzare verso il pubblico con una rappresentazione che senz´altro permetterà di conoscere meglio una delle più importanti figure della storia teatrale italiana.

Come lo stesso Strehler riferisce, si tratta «di una storia della giovinezza di Goldoni, quando una mattina d´Aprile partì in un favoloso viaggio per mare insieme ad una compagnia di comici»; è proprio da lì che prende avvio la sua vita, lungo il breve tragitto marittimo che separa la costa adriatica dalle rive di Chioggia egli scoprirà la sua vera vocazione artistica e diverrà realmente consapevole del suo innato talento; un mare che metaforicamente ogni uomo nella sua vita attraversa, quel simbolico braccio d´acqua mentale che, percorso, lo conduce dal dire al fare, dalla gioventù all´età adulta, dall´incompiutezza alla definitiva affermazione di se stesso.

Allo spettatore non resterà che lasciarsi incantare dalle ombre di Fabrizio Montecchi e Nicoletta Garioni, dalla creatività degli attori e dalla sapiente regia di chi ha saputo tradurre sul palcoscenico un´incompiuta di Strelher con risultati apprezzati in tutta Italia.
“La barca dei comici”, per la regia di Stefano De Luca, al Piccolo Teatro Melato dall´8 al 20 Marzo.

www.teatrolibero.it





CORRADO TEDESCHI PORTA BEN JONSON AL TEATRO S. BABILAROTHOLANDUS. LA RICERCA DELL´ IMPOSSIBILE