• MW SUGGESTIONS •

ENEIDE UN RACCONTO MEDITERRANEO

Data pubblicazione : 10/08/2016     
Autore : Silvia De Bernardi



Rispolveriamo qualcosa del libro VIII, per poterne gustare completamente la bellezza.
È un canto molto importante, che mette le basi poetiche per la futura Roma, rappresenta un Canto centrale nel progetto di Virgilio.
Mentre guarda le truppe nemiche che si radunano sulla sponda opposta del Tevere, Enea cade addormentato e in sogno gli appare il dio del fiume Tiberino che gli suggerisce di allearsi con Evandro, principe di una cittadina del Palatino.
Il giorno successivo Enea si reca nella città indicata, parla col re e gli chiede aiuto.
Evandro risponde che Tarconte, capo di tutti gli Etruschi, ha riunito i reggitori delle varie città, coi loro eserciti, per condurre una guerra proprio contro Turno e Mezenzio,e affiderebbe volentieri il comando delle operazioni a Enea.
Il capo troiano accetta e si dirige immediatamente verso "le spiagge del re etrusco".
In quei pressi Venere consegna a Enea armi divine e soprattutto uno scudo opera di Vulcano, su cui sono rappresentate scene della futura storia di Roma, dalla nascita di Romolo e Remo al trionfo di Augusto dopo la vittoria di Azio.





I TRAMONTI SHAKESPERIANILA VACANZA – DACIA MARAINI