• MW SUGGESTIONS •

ENEIDE UN RACCONTO MEDITERRANEO

Data pubblicazione : 04/08/2016     
Autore : Silvia De Bernardi



Il Pontile di Marina di Pietrasanta si fa ancora una volta piattaforma di magia e di sogno, in un READING condotto dalla voce di Amanda Sandrelli.
Rispolveriamo la storia del libro VI di uno dei testi che detiene le fondamenta della cultura occidentale:
Dopo Orfeo e dopo Odisseo, ma prima di Dante anche Enea compie, da vivo la discesa agli inferi, proprio nel mezzo del poema a lui dedicato, in un momento molto delicato della trama, e va a rappresentare il cambiamento, la rinascita.
Enea e i suoi compagni sbarcano in Campania e l´eroe si reca nel tempio di Apollo, qui la somma sacerdotessa gli rivela che riuscirà ad arrivare nel Lazio, ma per ottenere la nuova patria dovrà affrontare odi e guerre.
È proprio lei a guidare Enea nel regno del dio Ade, ovvero nell´Aldilà secondo la religione greca e romana.
Dopo le anime di molti troiani caduti in guerra, e quelle dei suicidi per amore,
Enea e la Sacerdotessa incontrano l´ombra del poeta Museo, che li accompagna da Anchise: Enea tenta invano di abbracciare il padre per ben tre volte, ritrovandosi ogni volta ad abbracciar solo se stesso.
Anchise spiega dunque ad Enea la dottrina di cicli e rinascite e gli mostra le ombre dei grandi uomini che rinasceranno nella città che egli stesso con la propria discendenza contribuirà a fondare, ovvero i grandi personaggi che faranno la storia di Roma.
A questo punto Enea e la Sibilla risalgono nel mondo dei vivi, passando per la porta dei sogni.





IL MALATO IMMAGINARIO IN VERSILIANAMaurits Cornelis Escher