• MW SUGGESTIONS •

Passione e vendetta al Piccolo Teatro

Data pubblicazione : 13/10/2013     
Autore : Silvia De Bernardi


Diretta da Pier Paolo Sepe, Maria Paiato è MEDEA , sul palco del Piccolo Teatro, in una Prima nazionale di incredibile spessore e storicità.

Toccante tragedia di Euripide, andata in scena per la prima volta ad Atene nel 431 a. C., Medea conserva evidenti tratti di modernità, nella ferma caratterizzazione del personaggio femminile, nella descrizione della passionalità razionalmente irrefrenabile, e nell´ evidente capacità di critica del modello familiare ai tempi in voga.
La scena si svolge a Corinto, dove Medea, il marito Giasone e i due figli vivono in serenità. La donna, da sempre innamorata, aveva aiutato il marito nell´impresa del Vello d´oro abbandonando il padre Eete per seguirlo. Dopo dieci anni però Creonte, re della città, vuole dare sua figlia in sposa a Giasone, donandogli la successione al trono. E Giasone, insensibile alla disperazione della moglie accetta. La vendetta di Medea sarà tremenda. Un dolore solitario e un´ira cieca la condurranno nel baratro dell´assassinio dei suoi stessi figli.
Ecco l´ irrazionale passione che devasta e annienta ogni possibilità di vita, di perdono, di futuro.
Ecco l´analisi di un animo umano che si perde nel baratro della rabbia e della solitudine devastante.
Ecco il coraggioso urlo di protesta verso un modello familiare in cui lo spazio maschile annientava i sentimenti e le paure delle donne.
Una tragedia incentrata sugli uomini, in cui gli dei non intervengono mai, neppure per trattenerli dalla più atroce delle colpe. Ed un palcoscenico capace di farsi vuoto, inerme ad ogni ricostruzione, proprio come il futuro di Medea e Giasone, annientati dallo spettro di un´angoscia universale.
Piccolo Teatro, dal 17 ottobre al 3 novembre.





Rimmel London, 180 years of cool: this is the story...Jaeger LeCoultre al New York Film Festival