• MW SUGGESTIONS •

LIBRI PER PER TUTTI I PAPA'

Data pubblicazione : 16/03/2018     
Autore : Alice Civai


Il 19 marzo si avvicina e non ci si può dimenticare della festa del papà. Avete già pensato a cosa regalargli o siete ancora indecisi? Per chiunque non abbia un’idea chiara in mente, ci pensiamo noi di Montenapoleoneweb a darvi una mano: ecco una lista di libri perfetti da regalare ad ogni tipo di papà, il successo è garantito!

Gianni Biondillo e Severino Colombo, MANUALE DI SOPRAVVIVENZA DEL PADRE CONTEMPORANEO, Guanda, 2008

Pa3, sta per Padri Autonomi di terza generazione o anche Padri al cubo. È con questo appellativo che due amici, vicini di casa ed entrambi padri, decidono di rappresentare e dare voce a tutti quei padri che come loro svolgono un ruolo e vogliono essere riconosciuti. Sono i papà d’oggi, non assenti e non autoritari che in queste pagine vengono per la prima volta allo scoperto. Un libro agile, scanzonato, che parla di esperienze vissute in prima persona e che dice in modo divertente cose serie, riconfigurando l’immagine del padre nella società contemporanea.



Domenico Starnone, SCHERZETTO, Einaudi, 2016

Per amore della figlia, il protagonista, settantatreenne, noto illustratore alle battute finali della sua carriera (e non di certo un “dolce nonnino”), si trova costretto a passare un intero fine settimana col nipote di quattro anni, Mario, un bambino intelligente, pieno di energia e qualità, in quella fase della vita in cui ancora nulla è definito, quel periodo in cui ognuno potrebbe diventare ogni cosa. Starnone riesce con calibrata leggerezza, che non sconfina mai in banalità, a trattare un tema spinoso e arduo come il passare dei giorni, l’invecchiare e allo stesso tempo raccontare quanto sia arduo amarsi superando le differenze. Un libro non scontato, destinato a lasciare il segno, perfetto per un papà che sta per diventare nonno o che già lo è.



George Saunders, LINCOL NEL BARDO, Feltrinelli, 2017

Questo libro, caso editoriale e vincitore del Man Booker Prize 2017, prende le mosse da una tragedia: durante il primo anno di guerra civile americana il giovane figlio di Abraham Lincoln, Willie, si ammala gravemente e muore. Il libro di Saunders racconta la notte passata dall’anima del piccolo Wille in una sorta di limbo popolato da anime di persone che non sanno di essere morte, trattenute in quel luogo da un rimpianto, un affare in sospeso, da un desiderio. Un libro toccante e potente che parla di un padre, di un figlio, del grande amore che li lega e che riesce a far superare anche lo strazio del dirsi addio. Scritto in modo innovativo e accattivante Saunders non lascia spazio a cliché di nessun genere, perfetto per gli amanti della narrativa contemporanea.



Nick Hornby, FEBBRE A 90’, Guanda, 1992

Pubblicato per la prima volta nel 1992 il libro ripercorre le vicende dell’Arsenal dal 1968 all’anno di pubblicazione, intrecciando ad esse le vicende personali dell’autore. Abitudini, riti, tic, gioie e delusioni di un tifoso ossessionato, raccontate con sagacia e umorismo; assolutamente un libro cult degli anni ’90, ma ancora attuale perché la febbre del calcio, a tutte le latitudini, sembra essere la stessa e sembra rispecchiare le venture e le sventure della vita privata. Ideale per un papà tifoso.



Fulvio Ervas, SE TI ABBRACCIO NON AVER PAURA, Marcos y Marcos, 2012

Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, sette tifoni. L’autismo l’ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Per tre mesi un padre e un figlio aboliscono la normalità, lasciano a casa specialisti e terapie e partono per un viaggio in moto attraverso l’America in cui sarà Andrea ad insegnare al padre ad abbandonarsi alla vita. In questo viaggio si perde il concetto di “diverso” e si parla di alchimie amorose, di un’avventura grandiosa difficile e imprevedibile, come Andrea e della forza dirompente del suo abbraccio. “Se ti abbraccio non aver paura” è un libro che fa bene a tutti, e che mette in luce la forza di un papà innamorato del proprio figlio e la lotta contro il concetto di “diverso”, un libro fatto del coraggio che solo un padre può avere.



Tre consigli per Neo-Papà o Giovani Papà:

Emile Jadoul, LE MANI DI PAPÀ, Babalibri, 2013

Prima ancora che un bebè nasca ci sono le mani di papà ad attenderlo; mani che coccolano, che accolgono, mani che accompagnano, mani che aiutano a crescere. Finché, un giorno o l'altro, magari senza preavviso, arriva il momento in cui il bimbo lascia le mani di papà per muovere, da solo, i primi passi. Un libro fatto di immagini che parlano molto di più di mille parole, in grado di riportare la sicurezza e il calore che le mani di un papà trasmettono al proprio piccolo. Perfetto per chi sta per diventare babbo.



Eric Carle, L’IPPOCAMPO, UN PAPÀ SPECIALE, Mondadori, 2005

Quasi sempre, nelle famiglie di pesci, dopo che la madre ha deposto le uova e il padre le ha fecondate, succede che vengano abbandonate a se stesse. Ci sono delle eccezioni, però. Come l'ippocampo, o cavalluccio marino. In questo caso non solo le uova non vengono abbandonate e uno dei due genitori le accudisce, ma - sorpresa - quel genitore è il papà! Una storia davvero bella, resa ancora più speciale dalle immagini di Eric Carle.



Joan Mirò e Daniel Pennac, IL GIRO DEL CIELO, Salani, 1997

Un padre e una figlia giocano insieme a inventare una storia guardando dei quadri. Dodici celebri opere di Miró illustrano un viaggio di una bambina al di là del cielo. Una storia iniziata dalla figlia e continuata dal padre, in un dialogo intenso, affettuoso e pieno di confidenze che parla di infanzia, attraverso un immaginario album di famiglia. Un gioco ricco di poesia e di creatività per leggere e amare l'arte. E per essere felici in famiglia. Le illustrazioni sono di Mirò, la storia è scritta da Pennac: garanzia di qualità, un classico sempre attuale.






DIO PLUTO AL TEATRO CARCANOLE SIGNORE DI BOLDINI PROTAGONISTE DI UNA MOSTRA ALLA GAM