• MW SUGGESTIONS •

IL MISTERO DELL'ANGELO PERDUTO di PAOLO JORIO E ROSSELLA VODRET

Data pubblicazione : 12/01/2018     
Autore : Alice Civai



«Emozionale... Sì, emozionale. Attraversare la pittura di Michelangelo Merisi significa immergersi totalmente in un itinerario all’interno dell’anima.»

Celebrato in tutto il mondo con grandi mostre, motivo di pellegrinaggio nei luoghi in cui le sue opere risiedono, il Caravaggio è stato un personaggio di punta della storia dell’arte italiana e internazionale, sin dagli esordi le sue tele hanno costituito un nuovo termine di paragone con cui ogni altro artista di li in poi avrebbe dovuto confrontarsi e che tutt’ora ricoprono un ruolo cruciale nel panorama culturale mondiale.

Il libro che vi proponiamo oggi si intitola IL MISTERO DELL’ANGELO PERDUTO (Skira, 2017) ed è stato scritto da Paolo Jorio, autore, regista e conduttore di programmi radiofonici e documentari d’arte, dal 2003 direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro di Napoli, e da Rossella Vodret, specialista di pittura romana del primo Seicento, una tra i maggiori esperti di Caravaggio a livello internazionale, già curatore presso la Galleria Nazionale d’arte antica e soprintendente per il patrimonio storico-artistico di Calabria, Puglia, Lazio e del Polo museale romano, oltre che curatrice della grande mostra “Dentro Caravaggio”, visitabile fino al 28 gennaio nelle sale del Palazzo Reale di Milano.

Olia, Vika ed Helmut si incontrano sullo sfondo di un’Europa sull’orlo del baratro, percorsa dalla drammatica ascesa del nazismo. Due donne e un uomo con storie e destini differenti ma tutti e tre studiosi e amanti dell’arte con una straordinaria passione in comune: la vicenda artistica e umana di Caravaggio e in particolare del suo capolavoro “San Matteo e l’angelo”. Della celebre opera che si può ammirare a Roma presso San Luigi dei Francesi ne esisteva una prima, potentissima versione che andò distrutta nell’incendio berlinese del 1945... ma sarà proprio vero che è andato perduto per sempre?

Jorio e Vodret con questo libro raccontano una storia avvincente che si svolge tra Italia, Francia, Germania e URSS che non può non legarsi alla politica, alla cultura e all’arte, al contempo raccontando come siano le singole persone e le loro scelte a segnare di volta in volta il complicato ed inesorabile percorso della storia. Forse proprio per questo motivo uno degli aspetti più interessanti e “romantici” del libro è che gli autori per la costruzione della storia hanno fatto riferimento a eventi e persone reali ai quali hanno intrecciato elementi di fantasia.

“Il mistero dell’angelo perduto”
è una vicenda che parla della bellezza e della forza della cultura, del ruolo fondamentale che ha sempre giocato in ogni momento storico, anche in quello più buio, ricordando le debolezze e le colpe dell’animo umano ma anche le personalità che con grande coraggio riescono ad imprimere una direzione diversa agli eventi.

«Con la sua arte Michelangelo Merisi voleva arrivare al cuore della gente comune, come i santi vogliono arrivare al cuore di Dio, toccando emotivamente le coscienze, senza nascondere i dettagli più spiacevoli e più crudi.»

Paolo Jorio, Rossella Vodret, Il mistero dell’angelo perduto, Skira, 2017







IL NOVECENTO ITALIANOCOSA SUCCEDE IN GALLERIA?