• MW SUGGESTIONS •

BOOKREVIEW: PRENDILUNA, STEFANO BENNI

Data pubblicazione : 06/06/2017     
Autore : Alice Civai


Devo trovare dieci persone Giuste e Degne, e consegnare a ognuna di loro uno dei Diecimici. Così il Diobono mi chiamerà al suo cospetto. E se avrò fatto bene, il mondo sarà salvo, se no tutto finirà e verrà l’Apocalisse... in entrambi i casi comunque io morirò”. “Che culo,” ho detto io, e poi il sogno è finito...”

PRENDILUNA è il nuovo irresistibile romanzo firmato Stefano Benni, fresco fresco di stampa (maggio 2017) edito da Feltrinelli.

A Prendiluna, una vecchia maestra in pensione, vengono affidate le sorti dell’umanità: per salvare il mondo dall’apocalisse l’insegnante dovrà consegnare i Diecimici a dieci Giusti. Nell’impresa non è però sola: inizialmente a sua insaputa, si muovono per aiutarla Dolcino l’Eretico e Michele l’Arcangelo, due personaggi bizzarri, forse creature celesti o forse solo due pazzi che scappano dalla clinica dove sono ospitati per aiutare la loro vecchia insegnate e per punire Dio per il dolore che causa nel mondo.

Lungo tutto il libro si incontrano personaggi magici, comici e crudeli: un killer-diavolo; la setta degli Annibaliani e il loro capo, il dio Chiomadoro, che celano tremendi segreti e un disegno per prendere il potere; vecchi alunni di Prendiluna, con le loro vicende umane e i loro sogni realizzati o infranti; gli ex colleghi della maestra, Aiace insegnante di latino e greco e ora odiatore cibernetico e Cervo Lucano uno scienziato che ora insegna agli insetti come ereditare la terra.

Sin dal principio non sappiamo se siamo finiti in un intricato sogno, in un mondo parallelo, nel pieno delirio di un pazzo o nella crudele realtà dei nostri tempi.
Il romanzo è infatti in perfetto “stile Benni”, un irresistibile sapore dolceamaro composto da sagace ironia e aspra critica dosate perfettamente come solo lui sa fare, a creare una storia onirica e vagheggiante ma strettamente connessa ai giorni nostri e alla scena sociale e geopolitica attuale.

Benni, ancora una volta, con i suoi bizzarri e stravaganti personaggi calati in mirabolanti imprese, riesce a dare una sferzante visione del nostro mondo, una lettura innovativa e intelligente del mondo che viviamo e che creiamo, con tutte le sue bellezze e tutte le sue crudeltà, che emergono tra le pagine del romanzo pian piano, stupendo e facendo sorridere il lettore con un sorriso alle volte amaro e consapevole.

Consigliato a chi Stefano Benni lo conosce già dai tempi della “Compagnia dei Celestini” e di “Spiriti”, ma in modo particolare a chi non lo conosce ancora e vuole scoprire un autore che riesce a scrivere storie stupende, matte e irresistibili, sempre in volo sulle ali della fantasia ma mai sconnesse dalla nostra realtà.

Stefano Benni, Prendiluna, Feltrinelli, 2017






DIPINTI DIMENSIONI - DOMENICO D'OORAL'ITALIA IN FONDO A UN POZZO, AL "TEATRO LIBERO" LA VITA IN DIRETTA PER LA PRIMA VOLTA.