• MW SUGGESTIONS •

BOOK REVIEW: LA BAMBINA E IL SOGNATORE, DI DACIA MARAINI

Data pubblicazione : 28/02/2017     
Autore : Antonio Sarti




Oggi vi raccontiamo un libro adatto al pubblico femminile ma non solo: Dacia Maraini parla a tutti, indifferentemente dal genere o da altre variabili, conquista con il suo stile semplice ma mai scontato, portando per mano il lettore attraverso una nuova avventura umana prima che letteraria.

La scrittrice toscana per la prima volta fa parlare e mette a nudo in tutti i suoi pensieri e problematiche un uomo, come mai si era visto fare finora. Tra le novità curiose è infatti da segnalare la scelta di un protagonista maschile a contrasto con la consolidata produzione narrativa che vedeva sempre in primo piano una voce femminile, da Marianna Ucria (Premio Campiello nel 1990) a Chiara d'Assisi, passando per la commissaria Adele Sofia di Buio (vincitore del premio Strega nel 1999).

Nani Sapienza lavora come maestro elementare presso la scuola di un paesino di nome S., in un luogo imprecisato ma con un'ambientazione chiaramente contemporanea come si può comprendere dai numerosi riferimenti all'ISIS.
La sua vita è tormentata dalla perdita della figlia Martina a causa di leucemia, a cui è conseguito anche la separazione momentanea dalla moglie che non sopportava di vivere nella casa dove i ricordi della bambina affioravano continuamente.

L'incipit del romanzo vede il protagonista a letto con l'influenza: febbricitante, nel delirio della malattia, sogna una bambina con il cappottino rosso che scambia in un primo momento con la figlia morta. Al risveglio ascolta con apprensione la scomparsa di una ragazzina, Lucia Treggiani, che studia nella stessa scuola in cui il maestro lavora: si tratta della persona che aveva visto nel sogno. Da quel momento decide di indagare sull'accaduto, non evitando di coinvolgere i suoi alunni e  invitandoli a riflettere su queste vicende terribili, cercando di trarre dall'episodio un insegnamento, cosa che più e più volte attirerà su di lui il biasimo dei genitori. Nel frattempo un’altra bambina di S., la piccola Fatima, è stata rapita dal padre e portata in Cambogia dove, per una serie di vicissitudini più o meno oscure, sembra essere stata venduta a uno dei tanti bordelli di minorenni frequentati da turisti.

Le tematiche affrontate in questo libro sono molteplici: la pedofilia, la prostituzione, i sequestri di persona, il dramma del cancro, le vicende e le problematiche famigliari, il rapporto genitori-educatori all'interno della scuola.  Come nello stile della Maraini inoltre la scrittura risulta molto fluida senza eccedere in termini banali facendo leva su un registro colloquiale adatto al grande pubblico. Nel complesso dunque un buon risultato per la scrittrice, che mette in archivio un altro ottimo libro dopo quelli che l'hanno consegnata alla storia della letteratura italiana.

Titolo: La bambina e il sognatore
Autore: Dacia Maraini
Editore: Rizzoli






WE CALL IT "AFRICA"ROSSO ISTANBUL, OZPETEK PORTA SULLO SCHERMO LA MAGIA DELLA CAPITALE D'ORIENTE