• MW SUGGESTIONS •

La ricca stagione del Teatro Carcano di Milano

Data pubblicazione : 06/09/2013     
Autore : Silvia De Bernardi


Undici titoli di prosa, uno spettacolo di mimo, due balletti, due operette, un musical, due spettacoli per bambini, compongono il ricco cartellone 2013/14 del Teatro Carcano. Opere di grande spessore storico ed artistico, opere che raccontano l’ Uomo, in tempi , prospettive e condizioni differenti, che ne narrano le tante grandezze e le innumerevoli debolezze.                        
Apre la stagione, il 9 ottobre, “Cani e Gatti”, di Edoardo Scarpetta.La regia di Luigi De Filippo per un classico della comicità napoletana in cui due genitori fingono una esasperata conflittualità per mettere in guardia la figlia, fresca sposa troppo gelosa, dai pericoli dei dissapori coniugali.                                                                                                                        
Seguirà sul palco “La Brocca Rotta”, di Heinrich Von Kleist, grande opera del Teatro Tedesco, che si presenta come parodia del potere, con uno sguardo approfondito sulla piccineria umana, infestata da superstizione e corruzione.  Sarà poi il turno di “Otello”, portato in scena con la regia di Nanni Garella, regia che sceglie di interpretare l’opera, non tanto come tragedia di gelosia, ma piuttosto come dramma d´amore, magistralmente interpretato da Massimo Dapporto e Maurizio Donadoni.
E poi Luca De Fusco nella realizzazione di "Antonio e Cleopatra", punta sulla valorizzazione della parola e del rapporto con la musica, riuscendo a snellire un´opera di grande fascino, ma monumentale.
E poi vedremo Lella Costa , in "Nuda Proprietà", una commedia agrodolce sul l´amore vissuto ad età avanzata, come sfida e battaglia contro gli stereotipi.
Tato Russo porta in scena "Menecmi" , nella tradizione della commedia degli equivoci,elaborata con rinnovata sapienza, conservando il carattere popolare dei testi, e producendo, nell´insieme, un vero capolavoro dell´arte comica.
E poi la regia di Arturo Cirillo per "L´Avaro" di Moliere, sempre attuale nell´adorazione del denaro come debolezza umana, e nel bisogno di affetto e rispetto che vi si contrappongono.
E anche classici, sempre da amare, come "A piedi nudi nel parco" di Neil Simon,disamina sinetempore della vita di coppia nei ritmi stressanti della societa´ moderna"
E ancora la voce forte di "Ferite a morte" di Serena Dandini ,un dramma sulla violenza alle donne.
Vedremo anche "Sei personaggi in cerca d´autore", con la superba regia di Giulio Bosetti, per un´opera che da sempre affascina il pubblico. 
A concludere gli spettacoli di prosa, una raffinata "La coscienza di Zeno"di Maurizio Scaparro, rinnovata ma con illeso il carattere di romanzo di formazione e introspezione.





Raffinatezza e originalità Jaeger-LeCoultre, un compleanno favoloso