• MW SUGGESTIONS •

Italian Box Office 1968-1978: allo "Spazio Oberdan" un mese di cinema sul '68

Data pubblicazione : 02/05/2018     
Autore : Antonio Sarti




Un sensuale intreccio tra cinema, fotografia e atmosfere musicali: si presenta così, al primo impatto, la programmazione speciale "Italian Box Office 1968-78" che Spazio Oberdan organizza in stretta collaborazione con MIC, Teatro Franco Parenti, Piccolo Teatro, Università degli studi di Milano e altre numerose realtà cittadine.
Quasi un mese di proiezioni a tema "Sessantotto", dal 3 al 28 maggio, nelle diverse location di Spazio Oberdan (19 film), MIC (5 film) e Teatro Franco Parenti, con una puntata anche al Piccolo Teatro: film che hanno sbancato il botteghino nelle stagioni cinematografiche intercorse tra il 1968 e il 1978. Si parte giovedì 3 allo Spazio Oberdan con "Baci rubati" di Truffaut.

A introdurre la presentazione, questa mattina presso l'Oberdan, l'assessore alla cultura Filippo Del Corno: "Raccontare il Sessantotto sul piano del cinema e delle sue relazioni con musica e fotografia: questo è senz'altro il focus su cui si innesta questa serie di iniziative cinematografiche proposte dallo Spazio Oberdan. Il '68 è indubbiamente un anno spartiacque nella storia, lo è anche per il cinema e questa rassegna può servire per capire quali siano state le conseguenze. Il palinsesto, studiato in collaborazione con il Teatro Franco Parenti e con il Piccolo Teatro, mette in connessione la città con il Sessantotto e il suo ricordo, a cinquant'anni di distanza.
Centrale è stato anche il ruolo dell’Università degli studi di Milano, che oltre a essere partner istituzionale ha fatto da collante e da centro di raccolta delle idee che hanno portato a questa manifestazione condivisa"
.

Anche il responsabile della programmazione Oberdan, Enrico Nosei, ha le idee chiare in proposito: "Per lo Spazio Oberdan - spiega - è una scelta particolare, avevamo infatti già celebrato nel 2008 il quarantesimo anniversario, con film più legati alle lotte operaie e alla contestazione giovanile rispetto a quelli che presentiamo oggi. Qui interpelliamo un decennio intero, con singole puntate anche negli anni prima del '68.
Volevamo soprattutto capire cosa la gente andasse a vedere: ciò che abbiamo raccolto è sorprendente per certi versi: abbiamo scoperto che nelle undici stagioni dal 1968 al 1978 per ben sette volte il maggiore incasso è stato realizzato da film italiani, spesso di natura popolare. Oltre a questi, abbiamo inserito anche titoli che, pur non parlando dei temi scottanti del '68, hanno in sé alcuni elementi di ribellione che ci riportano al clima di quegli anni, caratterizzati anche da un linguaggio rivoluzionario"
.

QUI il programma completo.




"Otello" al Teatro Elfo PucciniLa "sedia portaritratti" di Pesce ad ArtBasel