• MW SUGGESTIONS •

I DIECI FILM DA VEDERE SUL DIVANO DURANTE LE FESTE

Data pubblicazione : 15/12/2017     
Autore : Antonio Sarti


Che siate uno studente disperato in vista della sessione invernale o un lavoratore che vorrebbe solo gustarsi qualche giorno di riposo prima di riprendere le quotidiane occupazioni, purtroppo non c’è nulla che possiate fare: il pranzo di Natale con i parenti vi aspetta ormai dietro l’angolo. Ma c’è qualcosa di peggio cui difficilmente potrete sfuggire, stiamo parlando della tombola del pomeriggio.

I più sfortunati tra di voi si dovranno sorbire la doppietta cenone della vigilia più pranzo, magari con la scomoda continuazione a Santo Stefano dai parenti della vostra dolce metà, ed è proprio a loro che ci rivolgiamo particolarmente: per evitare la tombola e i giochi in famiglia la soluzione è proporre un bel film da guardare tutti insieme sul divano. Ecco che entra in scena Montenapoleoneweb con una lista di proposte che, si spera per voi, possano mettere tutti d’accordo.

GRAND BUDAPEST HOTEL (Wes Anderson, 2014, commedia)
Nell’immaginaria Repubblica di Zubrowka ha sede un maestoso albergo diretto dall’eclettico Monsieur Gustave, che verrà suo malgrado coinvolto in un caso di omicidio. I colori di uno dei più entusiasmanti e bizzarri registi contemporanei.


LA CENA DEI CRETINI
(Francis Veber, 1998, commedia)
A parigi c’è una nuova moda, ogni commensale deve invitare a cena un inconsapevole sempliciotto ed eleggere il vincitore della serata. Una commedia frizzante che vi farà divertire.


WEEKEND CON IL MORTO
(Ted Kotcheff, 1989, commedia)
Grottesco e ironico in un film dove nulla è ciò che sembra. Protagonista un morto che forse non è morto. Oppure si?


500 GIORNI INSIEME
(Marc Webb, 2009, romantico)
Come passare da un’avventura occasionale a una storia da film in poco più di un anno. Una commedia romantica che vi mostrerà come è volubile l’amore ma anche che una seconda chance è possibile.


ONE DAY
(Lone Scherfig, 2011, romantico)
L’amore alla sliding doors, una storia dai contorni agrodolci in un continuo rincorrersi tra due giovani ragazzi che diventano grandi sullo sfondo di una profonda attrazione reciproca.

ETERNAL SUNSHINE OF THE SPOTLESS MIND
(Michel Gondry, 2004, romantico)
Banalizzato dal titolo italiano “Se mi lasci ti cancello”, una psico-story sceneggiata da Charlie Kaufman che viaggia sull’idea del cancellare completamente una persona al termine di una relazione, ma che travalica in uno dei film più intensi degli ultimi anni.


ACCADDE UNA NOTTE
(Frank Capra, 1934, commedia)
Classicone d’epoca, film del 1934 che non vi deluderà nonostante porti (bene) i suoi anni. Racconta di una coppia che, nonostante vari litigi e incomprensioni, è destinata a stare insieme.

CORALINE E LA PORTA MAGICA
(Henry Selick, 2009, animazione)
Film di animazione girato con la tecnica dello stop-motion, racconta una storia di grande sensibilità ed è tratto da un racconto di Neil Gaiman su una bambina e il suo inquietante viaggio.

APPUNTAMENTO A BELLEVILLE
(Sylvain Chomet, 2003, animazione)
Animazione in salsa francese per questo film che nonostante la giovane età richiama le atmosfere dei cartoni di tempi passati.

CLOVERFIELD
(Matt Reeves, 2008, fantascienza)
Un classico dei film di fantascienza del nuovo secolo, un gruppo di giovani americani alle prese con un misterioso essere che sta distruggendo New York. Segni particolari: girato con la tecnica del “video ritrovato”.





LA SACRA CONVERSAZIONEHARVEST