• MW SUGGESTIONS •

Torbjørn Rødland: The Touch That Made You

Data pubblicazione : 07/05/2018     
Autore : Alice Civai


«The Touch That Made You» rimanda ai processi analogici: il tocco della macchina fotografica, il tocco della luce che colpisce la pellicola, il tocco dei liquidi che scorrono sulla pellicola durante lo sviluppo. Ed è una cosa che collego alla complessità e all’intimità di alcuni soggetti - gli incontri tra due individui o tra oggetti e corpi.”

Con queste parole il fotografo norvegese Torbjørn Rødland, classe 1970, spiega il titolo della propria personale allestita negli spazi di Osservatorio, la costola dedicata alla fotografia di Fondazione Prada. Il progetto, concepito inizialmente da Serpentine Galleries a Londra, porta in mostra una selezione di oltre quaranta fotografie e tre video creati da Rødland tra il 1999 e il 2016. Le opere occuperanno gli spazi di Galleria Vittorio Emanuele III fino al 20 agosto 2018.

Torbjørn Rødland è uno degli artisti più incisivi della fotografia contemporanea e i suoi lavori sono tutti realizzati analogicamente. Nelle sue opere convivono una dimensione di controllo, data dalla scelta di creare delle messe in scena precise e controllate, dei set in cui dispone oggetti e persone, e una dimensione di sorpresa ed imprevedibilità data dalla non prevedibilità del risultato finale, che apparirà agli occhi dell’artista solo dopo lo sviluppo e la stampa su carta fotografica.

Nonostante i soggetti siano estremamente controllati e Torbjørn Rødland prediliga la chiarezza formale tipica dell’immagine commerciale, l’artista norvegese riesce a infondere alle sue opere uno sguardo personale e poetico, che supera il puro valore visivo per addentrarsi un una dimensione emotiva, inconscia e alle volte quasi tattile. 

Parti anatomiche e oggetti del quotidiano divengono feticci ambigui che provocano contemporaneamente attrazione e repulsione; le sue nature morte e i suoi ritratti sfidano le convenzioni stilistiche dei due generi, in cui troviamo elementi magici, surreali e soggettivi che svelano la forte componente di autoriflessione che Torbjørn Rødland infonde alle sue opere.





"The Rain", la nuova serie prodotta da Netflix di cui si parla molto beneLa nuova casa editrice di RCS