• MW SUGGESTIONS •

Milano, alla XXI Triennale 40 Paesi e mostre in tutta la città.

Data pubblicazione : 21/03/2016     
Autore : Bruna Meloni


Piu´ di 40 Paesi partecipanti e una serie ricchissima di eventi culturali, ma anche di intrattenimento, in tutta Milano. Si presenta così, a pochi giorni dall´inaugurazione, la XXI Triennale Internazionale.

"Quando abbiamo deciso di espanderla dal puro spazio del Palazzo dell´arte in tutta la città - ha affermato il Presidente della Triennale De Albertis - pensavamo inizialmente a otto-dieci luoghi dove esserci, questo anche per animare la città. Siamo arrivati a venti, con ventidue mostre".

Ricco il programma dell´evento: mostre (20 in tutto) eventi, call, festival e convegni diffusi in tutta la città: dalla Triennale alla Fabbrica del Vapore, dall´Hangar Bicocca ai campus universitari del Politecnico e dello Iulm, dal Museo della Scienza e della Tecnologia al Mudec, dal Palazzo della Permanente al Museo Diocesano, dal Base fino alla Villa Reale di Monza.

Nell’annunciare la Ventunesima Esposizione del 2016 la Triennale mette in evidenza con il titolo XXl Century. DESIGN AFTER DESIGN le due tematiche su cui intende impegnarsi nei prossimi due anni: con la dizione ’XXI Century’ sottolinea l’attualità determinante del nuovo secolo e comunica la percezione di una discontinuità nei confronti dei miti del XX secolo (crescita illimitata, globalizzazione, affermazione definitiva di un determinato modello economico, finanziario, produttivo, ecc.), mentre con la dicitura ‘DESIGN AFTER DESIGN’ comunica la volontà di affrontare i cambiamenti che coinvolgono l’idea stessa di progettualità.

La grande Esposizione internazionale concentra la sua attenzione sulla centralita´ del design, della formazione e della sua promozione nell´epoca della globalizzazione. Un’epoca dove l’innovazione e la creatività, tecnologica e funzionale, hanno per la prima volta acquistato un ruolo strategico all’interno dell’intera economia mondiale. Non piu destinato a un mercato di èlite il design si trova oggi al centro di un fenomeno espansivo del tutto nuovo.

Scriveva Ettore Sottsass: “Quando Charles Eames disegna la sua sedia non disegna soltanto una sedia, disegna un modo di stare seduti”. Cio´ significa che il design produce prima di tutto funzioni e relazioni e, conseguentemente, prospetta agli uomini possibili modi di vivere e di tessere rapporti sociali.
Questa esposizione cerca di inquadrare l’attuale cultura del progetto all’interno di un quadro storico piu ampio, dove la sua molteplice identità può trovare la giusta chiave di comprensione.

E´ evidente come la XXI Triennale stia nuovamente portando i riflettori del mondo su Milano, e, come per Expo, per l´ingresso agli eventi di Triennale e´ previsto un season pass che costera´ 22 euro per entrare ovunque e sempre in ciascun luogo della manifestazione nell´arco dei 5 mesi in alternativa al biglietto di 15 euro che consentira´ di entrare una sola volta.
Appuntamento dunque alprimo aprile, con la cerimonia di inaugurazione alla quale è atteso anche il presidente del consiglio Matteo Renzi.











Costellazione familiare: in scena lo straziante saluto ad una madre QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO