• MW SUGGESTIONS •

MILAN UNIT Ramak Fazel a Viasaterna

Data pubblicazione : 02/10/2017     
Autore : Alice Civai


Ciò che solitamente vediamo ad un’esposizione d’arte è un prodotto finito che, intenzionalmente o meno, giudichiamo: quello però che spesso dimentichiamo di fare è soffermarci a ragionare su come l’artista sia giunto alla creazione di quel prodotto. Le opere esposte sono il risultato di anni di ricerche, di una serie di azioni, emozioni ed esperienze che rimangono celate dietro l’opera, aspetti ben visibili solo all’autore e a chi lo conosce.

La mostra MILAN UNIT, inaugurata il 19 settembre presso la galleria VIASATERNA, racconta quella parte squisitamente personale, vitale e unica che precede il lavoro finito. Milan Unit è un progetto in itinere ospitato da Viasaterna per un intero anno (fino al 14 settembre 2018) che presenta l’archivio che l’artista Ramak Fazel (Abadan, Iran, 1965) ha costruito e assemblato dal 1994 al 2009, periodo in cui visse a Milano.

Stampe, negativi, originali e oggetti personali, deditamente conservati per oltre vent’anni, raccontato la sua vita milanese: la galleria è invasa dall’esperienza umana di un artista che con occhio indiscreto osserva e annota tutto ciò che lo circonda. Gli oggetti esposti sono tra i più vari: schedari colmi di documenti cartacei, pc e memorie esterne, macchinine, diari di appunti, fotografie, notazioni linguistiche segnate su taccuini, diapositive che testimoniano l’ultimo giorno di validità della lira. Quella che prende forma con Milan Unit è una raccolta multiforme di materiali, materia viva e pulsante che testimonia un passato recente che risulta ormai lontanissimo.

Quella che, a una prima occhiata superficiale, può sembrare una raccolta caotica è al contrario disposta secondo un ordine e una regola sistematicamente applicati: etichette, colori e parole chiave funzionano sia come processi adottati da Fazel per la catalogazione e la conservazione dei materiali, sia come strategia di orientamento per i visitatori che sono così invogliati a prendere parte al progetto, misurarsi e interagire con esso.

Ciò che solitamente è sotteso, l’aspetto maggiormente interpretativo che si legge tra le righe di un progetto, è qui fatto uscire dalle quinte e reso protagonista per un intero anno. Milan Unit è un progetto ambizioso e anti-convenzionale, un nuovo modo di intendere l’arte e la sua esposizione, è la stimolante volontà di mettersi in gioco non solo di un artista ma anche di una galleria, che con un misto di lungimiranza, azzardo e memoria incarna perfettamente la natura dinamica e all’avanguardia di una città come Milano.





"DENTRO CARAVAGGIO": LA MOSTRADIAVOLI CUSTODI