• MW SUGGESTIONS •

MIART 2017

Data pubblicazione : 24/03/2017     
Autore : Bruna Meloni



Milano sta per essere travolta dall'arte contemporanea. Il Comune di Milano e Miart 2017, in stretta collaborazione, hanno attivato tutte le realtà che operano nella promozione e nella conoscenza dell’arte per organizzare insieme la Art Week milanese con uno straordinario programma di eventi, manifestazioni, aperture speciali e inaugurazioni.
Grazie al coinvolgimento di fondazioni, gallerie private e istituzioni pubbliche gia' dal 28 marzo si potra' godere di un'intera “ settimana dedicata agli appassionati d’arte contemporanea che mette in luce l’energia e la vitalità creativa di Milano, riaffermandone il ruolo di capitale della creatività contemporanea e incrementandone l’attrattività” come ha detto l'Assessore alla Cultura Filippo del Corno durante la presentazione.

Ogni giornata di questa settimana sara' caratterizzata da un evento particolare: dall’inaugurazione della personale di Santiago Sierra al PAC, per proseguire con gli opening delle mostre alla Fondazione Arnaldo Pomodoro, all’Albergo Diurno di Porta Venezia a cura del FAI, ad Assab One, a FM Centro per l’Arte Contemporanea dei Frigoriferi Milanesi e al Triennale Design Museum. Inoltre le aperture straordinarie della mostra a Palazzo Reale dedicata a Keith Haring, della mostra dedicata alla scultura tra Ottocento e Novecento alla GAM e al Museo del Novecento con il progetto Andy Warhol Sixty Last Suppers e la presentazione del Premio Acacia 2017, per proseguire con quelle della nuova mostra alla Fondazione Carriero e dei progetti di Fondazione Prada Milano, fino alle visite speciali alla mostra di Miroslav Balka e l’evento di finissage della mostra personale di Laure Prouvost da Pirelli HangarBicocca. Infine le vetrine d’artista realizzate da Paola Pivi per la Rinascente in piazza Duomo e mille altri appuntamenti .

Anche la fiera internazionale Miart si presenta quest'anno con alcune novita'; la maggiore e' rappresentata dalla sezione trasversale On demand. Le gallerie esporranno installazioni, wall paintings, commissioni, performances ecc.; tutte opere accomunate dal bisogno, per esistere, di essere “attivate” da chi le possiede sottolineando cosi' quanto il “collezionare” sia una forma di cura e responsabilita'.
Rimangono invariate le altre cinque sezioni: Established, con 116 espositori - suddivisi nelle sottosezioni Master, per le gallerie che propongono artisti storicizzati, e Contemporary, dedicata alle gallerie specializzate nel contemporaneo; Emergent, dedicata a 20 gallerie internazionali focalizzate sulla ricerca delle giovani generazioni, di cui 13 straniere; Generations, che raccoglie l’eredità della precedente sezione THENnow e presenta 8 coppie di gallerie nelle quali sono messi in dialogo due artisti di generazioni diverse; Decades che con le sue 9 gallerie propone un percorso lungo il Ventesimo secolo tracciando un racconto che da enfasi alle due anime di Miart – quella legata all’arte moderna e quella legata all’arte contemporanea – e infine Object, dedicata a una selezione di 14 gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata.

Una fiera quindi in cui dialogano il moderno e il contemporaneo offrendoci cosi' un'occasione di riflessione sulla continuita' fra passato e presente.
MIART dal 31 marzo al 2 aprile Fieramilanocity





Elle di Paul Verhoeven IL BUGIARDO, AL TEATRO CARCANO SULLE TRACCE DI GOLDONI