• MW SUGGESTIONS •

LA MADONNA DELLA MISERICORDIA DI PIERO DELLA FRANCESCA

Data pubblicazione : 06/12/2016     
Autore : Bruna Meloni



E´diventata ormai una consuetudine, sia per i milanesi che per i turisti che visitano la citta´, attendere nel periodo natalizio l´arrivo di un dono speciale. Si tratta di un capolavoro dell´arte di tutti i tempi che puntualmente, in questo periodo dell´anno giunge a Palazzo Marino da qualche museo italiano o internazionale.
Per questa nuova edizione, la Sala Alessi ospita uno dei più´ significativi e importanti pittori italiani del Quattrocento, Piero della Francesca, grazie alla collaborazione con il Comune della citta´ natale dell´artista, Sansepolcro, che ha concesso in prestito la pala centrale del polittico della Madonna della Misericordia. Il dipinto, che rappresenta la Madonna che apre il mantello per dare protezione ai fedeli secondo il concetto medioevale della “protezione del mantello”, e´ senza dubbio uno dei capisaldi del Rinascimento italiano otre ad essere la prima opera documentata di Piero della Francesca.
A tal proposito, ci fa notare il curatore della mostra Andrea Di Lorenzo come ai tempi il pittore non fosse ancora avvezzo alla pittura ad olio e ne facesse un uso imperfetto non essendo ancora padrone di questa tecnica; lo diventerà solo negli anni successivi facendone un grande e straordinario uso. E´ estremamente interessante notare come alcune crepe nel manto azzurro della Madonna siano a sostegno della sua tesi. Grande enfasi viene data all´esposizione della pala dalla scenografia nella quale e´ stata inserita curata dallo studio Migliore+Servetto. “Un percorso di narrazione, di luce e dinamicita´, di altezze e prospettive differenti, per portare il visitatore a confrontarsi con la tavola pittorica, con il suo inserimento all´interno del polittico che la racchiude e con la sua storia”. La visione e´ accompagnata da uno struggente canto gregoriano per aumentare l´impatto visivo.
E´ utile ricordare in quest´occasione come i musei milanesi conservino altri capolavori del grande artista del Rimascimento. Nelle sale del Poldi Pezzoli e´ esposto il San Nicola da Tolentino, unico pannello conservato in Italia della pala eseguita dal maestro di Sansepolcro per l´altare maggiore della chiesa di Sant´Agostino della sua citta´. Un´altra importantissima opera e´, invece, conservata nella Pinacoteca di Brera: la cosiddetta Pala di Brera. La tavola fu eseguita ad Urbino su commissione di Federico di Montefeltro ed e´ ambientata all´interno di un mirabile spazio architettonico. L´itinerario “virtuale” che collega l´esposizione di Palazzo Marino agli altri due importanti Musei cittadini permette cosi´ di esplorare altri preziosi luoghi di cultura della nostra citta´ e di poterli visitare – in quest´occasione – a prezzi concordati con il Comune di Milano.
La mostra di Palazzo Marino vede in prima linea, oltre naturalmente ad comune di Milano, gli altri abituali due sponsor: Intesa San Paolo e Rinascente.
Un bellissimo catalogo e´ edito da Skira In mostra alla Sala Alessi di Palazzo Marino dal 6 dicembre all´8 gennaio.





“OSSERVATORIO”: UN NUOVO SPAZIO CONTEMPORANEO SUL TETTO DI MILANOSILVIO ORLANDO AL PARENTI