• MW SUGGESTIONS •

L'Arte Povera alla conquista della Russia

Data pubblicazione : 16/05/2018     
Autore : Redazione MW



Arte Povera: A creative
revolution è il titolo della mostra che inaugura il 17 maggio all'Ermitage Museum di San Pietroburgo: una rassegna interamente dedicata al movimento di arte contemporanea italiano sviluppatosi tra gli anni '60 e '70 del Novecento. In mostra circa sessanta opere provenienti dal Castello di Rivoli, oltre che da collezioni pubbliche e private, firmate dai grandi nomi del movimento, tra cui Michelangelo Pistoletto, Giuseppe Penone, Janis Kounellis, Pino Pascali, Alighieri Boetti e Giulio Paolini. 
Con questa mostra l'Arte Povera, uno dei movimenti più influenti dell'arte del Novecento, varca per la prima volta la soglia del museo statale più importante di tutta la Russia, e lo fa a cinquant'anni esatti dalla sua nascita. A questi due importanti traguardi il movimento artistico cercherà di aggiungere quello del successo di pubblico: obiettivo ambizioso visto lo straordinario successo raggiunto l'estate scorsa dalla mostra Nefertari e la Valle delle Regine co-prodotta dal Museo Egizio di Torino che la scorsa estate ha portato nelle sale dell'Ermitage oltre due milioni e mezzo di visitatori.





Salone del Libro: cala il sipario, si tirano le sommeL'atteso ritorno di Joel Dicker