• MW SUGGESTIONS •

IN PIENA LUCE

Data pubblicazione : 10/05/2016     
Autore : Bruna Meloni


La galleria A arte Invernizzi inaugura martedì 24 maggio 2016 alle ore 18.30 una mostra personale dell’artista francese Michel Verjux che presenterà una serie di interventi pensati appositamente per gli spazi della galleria.


Michel Veriux, artista visuo-spaziale contemporaneo, poeta e teorico dell´arte francese e´ nato nel 1956 a Chalon -sur -Saone.

Conosciamo meglio le idee e l´opera di questo grande artista della luce attraverso le sue stesse parole :
“Dal 1983, ho concepito l’opera d’arte non come una pittura o una scultura (fisicamente parlante), non più come un semplice intervento effimero (del tipo di un’azione o una performance), ma in termini di luce” e ancora “Che cosa si vede? Che cosa si fa? E che cosa si ha in testa? Prima di tutte le cose: spazio, tempo, materia e luce, certo. Ma tra tutto questo groviglio di forme, tra tutte le cose offerte all’essere umano oppure inventate da lui, tra tutti gli elementi, fattori e parametri psichici, fisici o culturali, che ne è dell’opera artistica più particolarmente? In che cosa consiste un’opera? In ogni cosa possibile e immaginabile? In una cosa casuale oppure necessaria? Io proprio non lo so. Quello che voglio, invece, è che l’opera d’arte, giacché lo può, sia - prima di tutte le cose, che questa cosa sia d’altronde una cosa in sé o no – un atto di vedere e un atto di mostrare.”


Questa testimonianza dell’artista sottolinea la natura aperta della creatività di Verjux, la sua attenzione per la dimensione potenziale dell’opera, parte essenziale della quale è costituita dalla propria vita nella percezione tattile di una luminosità intesa nella sua valenza prima di possibilità stessa della visione e dell’immagine.

Le illuminazioni che potrete ammirare alla Galleria Invernizzi sono proiezioni di luce, orientate, incorniciate e messe a fuoco che svelano chiaramente ciò che abbiamo davanti ai nostri occhi. E generano e provocano, non solamente la luce riflessa, ma l’ombra (differenti generi di ombre), la rifrazione, la diffrazione e la dispersione, e alcuni altri fenomeni o epifenomeni. Parola di Verjux!

In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo bilingue con la riproduzione delle opere in mostra un saggio introduttivo di Tommaso Trini, un testo di Michel Verjux, una poesia di Carlo Invernizzi e un aggiornato apparato bio-bibliografico.


















“IL MARITO DI LOLO”, UN UOMO E L´AMORE PLATONICO PER UNA PORNOSTARAL TEATRO LIBERO SI VOLA NELL’UNIVERSO