• MW SUGGESTIONS •

Emilio Scanavino. Dialoghi Indediti

Data pubblicazione : 14/05/2018     
Autore : Alice Civai


Le mostre d'arte sono il luogo privilegiato in cui presentare nuovi studi, ricerche e teorie: tramite l’esposizione di opere selezionate gli studiosi presentano al pubblico e ai loro colleghi i risultati di indagini che portano ad una nuova conoscenza di un artista, di un periodo, di un movimento o simili. Ogni mostra dovrebbe porsi tali elementi come obiettivi imprescindibili, uscendo dalla logica delle esposizioni “blockbuster”.

Emilio Scanavino. Dialoghi Indediti è la nuova mostra, inaugurata il 10 maggio e aperta fino al 26 giugno, negli spazi della galleria Robilant + Voena (via Fontana, 16) realizzata in collaborazione con l’Archivio Scanavino e curata da Greta Petese, presidente del Comitato scientifico dell’Archivio. La mostra riporta Emilio Scanavino (1922-1986) sulla scena milanese e propone una nuova possibilità di lettura del lavoro dell’artista genovese, caratterizzato da una forte carica concettuale e innovativa che lo sottrae a facili classificazioni.

“Dialoghi Inediti” presenta circa quaranta opere, tra sculture, dipinti e disegni su carta, realizzate tra gli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70, molte delle quali inedite: una selezione che sottolinea la carica sperimentale e la potenza del dirompente e autentico linguaggio di Emilio Scanavino.
La mostra mette in luce la fitta rete di dialoghi che intercorrono tra la fase della progettazione, gli studi preparatori e l’opera finita, indagando il percorso creativo compiuto dall’artista e consentendo di scorgere il momento che precede la creazione.

I disegni e gli studi sono la testimonianza del pensiero di un artista, e per questo la fase di progettazione è forse quella più vitale e pulsante, il contatto diretto e autentico con l’idea creativa, un momento fondamentale che pone l’osservatore in contatto con la più profonda essenza dell’artista.

“Emilio Scanavino. Dialoghi Inediti” è un importante passaggio ed evoluzione nella lettura dell’opera di un importante artista italiano del Novecento, e rappresenta la parte più dinamica e viva della storia dell’arte.






Salone del Libro: gli eventi di domenica 13 maggioI libri più venduti della settimana