• MW SUGGESTIONS •

UOMO O DONNA? WHO CARES?

Data pubblicazione : 14/06/2017     
Autore : Paola Luchetti


Le dimensioni si azzerano, le gabbie si schiudono, i sessi si fondono, la poesia del desiderio abbraccia la consuetudine gettando scompiglio. Dispiega le tue ali, un angelo, un’anima, l’individuo non si categorizza, ma è. L’abbattimento dei limiti, il superamento dei pregiudizi, l’annullamento di canoni, regole, restrizioni e generalizzazioni arcaiche imposte per ridimensionare la nostra individualità. “Show the world who you are!” è il grido che, ancora una volta, echeggia, rivolto a tutti, indistintamente. Uomo, donna, unisex o senza genere. Non importa. Mostrati per ciò che sei, abbandona ogni stereotipo, trascendi la realtà e porta il tuo sogno nella quotidianità. Astratto, concreto, who cares? Se ciò che conta, oggi, è come ti mostri, il tuo aspetto, la tua esteriorità, questa è la tua chance per raccontare chi sei, chi vorresti essere, senza dovere spiegazioni.

E il make up è lo strumento, la chiave che conduce alla libertà di espressione, colori e texture enfatizzano i  tratti, iridescenti o cangianti, impalpabili o materici, con uno sguardo verso un mondo ideale fatto di uguaglianza e rispetto, dove le regole vengono sapientemente infrante a colpi di lipstick e palette occhi, racchiusi in preziosi pack in bronzo e bianco che rivelano tonalità nude, cipria, metalliche ma eteree, toni accesi per dipingere usando la pelle come una preziosa tela. Sottolineando, definendo, enfatizzando.
Wycon Cosmetics si dimostra ancora una volta un brand avanguardista, stravolgendo tutti i canoni! È infatti il primo in Italia a realizzare una campagna make up con un soggetto maschile, dall’aspetto androgino, per esaltare il concetto di genderless beauty e libertà di mostrare al mondo il proprio “io”

Oltre alla campagna, WYCON COSMETICS presenta la nuova collezione ANDROGYNY, nella quale i limiti vengono abbattuti, i pregiudizi superati e i canoni annullati. Le sfumature e il mood sono infatti presentate sulla pelle di un modello dai tratti ibridi, senza genere, rappresentato come una figura racchiusa in un limbo tra una realtà eterea, celeste e trascendentale e una quotidianità moderna, che lo trattiene a terra costringendolo in una gabbia di stereotipi che richiedono la classificazione in categorie ormai sorpassate.
 
“Non dobbiamo considerare la campagna di ANDROGYNY come una mossa scandalistica per attirare i riflettori” spiega Fabio Formisano, Head of Marketing & Communication. 
“Il mood e la storia che vogliamo raccontare sono un elemento di rottura, per l’approccio e il tema nel settore della cosmetica, meno abituata a esperienze di questo tipo, se non di recente a livello internazionale. Abbiamo sempre dato al nostro pubblico e ai nostri consumatori delle figure forti che fossero d’ispirazione, ma anche per indagare attraverso i nostri prodotti una panoramica umana che vuole raccontarsi, e sceglie il make up come mezzo d’espressione”.
 
E’ una campagna controtendenza che permette al marchio di raggiungere il cliente in modo ancora più forte, di coinvolgerlo toccando le sue emozioni e supportandolo nelle sue scelte di ogni giorno,
rendendo più fluida la dicotomia tra chi si è e chi si vorrebbe essere.

La nuova collezione è disponibile dal 15 giugno





PEELING PER RINNOVARE LA PELLE ANCHE IN ESTATESTOP ALL'ALITO CATTIVO CON IL LASER