• MW SUGGESTIONS •

PREPARARE  LA PELLE ALL' ESPOSIZIONE SOLARE CON LA BIO-RIDENSIFICAZIONE

Data pubblicazione : 01/06/2017     
Autore : Elvira Pistolesi



Una delle cause dell’invecchiamento cutaneo è la errata esposizione solare senza  la corretta protezione (foto-aging).  Cosa fare per  godere degli effetti benefici del sole e per rallentare il foto-invecchiamento? La dott.ssa Elvira Pistolesi (www.elvirapistolesi.it) spiega come sia fondamentale preparare in anticipo la pelle,  oltre che seguire le norme generali di non esporsi nelle ore più calde, di applicare ripetutamente schermi solari Sbf 30+/50+, a seconda del fototipo, ecc…. I trattamenti ideali sono quelli di bio-rivitalizzazione: microiniezioni che inoculano  nel derma del viso, collo, decolleté, mani, ecc.., sostanze (es. acido ialuronico, polinucleotidi, aminoacidi, oligoelementi, vitamine antiossidanti) che nel tempo non riusciamo più a produrre in quantità sufficiente e che perdiamo soprattutto durante l’esposizione solare. Sono nutrienti che stimolano i fibroblasti a produrre acido ialuronico, collagene ed elastina.

Il più semplice prodotto bio-rivitalizzante è un gel costituito di solo  acido ialuronico libero, non cross-linkato, a basso peso molecolare, indicato nei soggetti più giovani ed a scopo preventivo. Ha un effetto idratante immediato. Infatti, l’acido ialuronico, presente naturalmente nel derma, trattiene l’acqua come una spugna ed è responsabile della idratazione e della tonicità della cute. Stimola, inoltre, i fibroblasti e la sintesi di collagene. La sua riduzione è una delle maggiori cause dell’invecchiamento cutaneo. E’, quindi, fondamentale fare scorta di acido ialuronico in vista dell’estate, dell’esposizione al sole ed all’acqua di mare e di piscina.

Di recente,  è presente in commercio Redensity I, della ditta svizzera Teoxane.  Prodotto bio-ridensificante  che, oltre ad acido ialuronico libero, contiene un Complesso Dermo-Ristrutturante (8 aminoacidi, 3 antiossidanti, 2 minerali e 1 vitamina) per rigenerare la pelle. E’ presente, anche, Lidocaina, anestetico per ridurre il discomfort. Gli studi prevedono 3 sedute di bio-ridensificazione distanziate di 3 settimane,  per ottenere una pelle più tonica, compatta e luminosa.

Nel caso di pelli più mature e foto-aging avanzato  e severo, si consiglia l’abbinamento anche del prodotto RHA 1 ,che oltre ad acido ialuronico non legato (specificatamente bio-rivitalizzante), contiene anche acido ialuronico cross-linkato (legato) che lo fa classificare come filler. Si tratta di un filler molto fluido (capace di riempire le rughe molto sottili) ed elastico, che si integra naturalmente nei tessuti adattandosi ai movimenti mimici del volto, e per questo definito “filler dinamico”. RHA1  viene inserito nel protocollo per fornire maggior sostegno e durata al trattamento. Il protocollo prevede 4 sedute, a distanza di due settimane, in cui vengono alternate 2 fiale di filler RHA1+ 2 fiale di Redensity I .

Tali trattamenti hanno poche controindicazioni e si possono riprendere le normali attività immediatamente. I cicli andrebbero eseguiti 2 volte l’anno, in preparazione dell’estate ed al rientro dalle vacanze per correggere l’eccessiva esposizione solare. Fondamentale è il trattamento domiciliare con creme idratanti, creme anti-Uva ed anti-Uvb, così come una dieta ricca di frutta, verdura e liquidi, eventualmente supplementata con specifici integratori in caso di squilibri alimentari,.







LA FAVOLA A LIETO FINE DI AMANI EL NASIFUN NUOVO MODO DI PROFUMARSI