• MW SUGGESTIONS •

Aprile...Dolce dormire?

Data pubblicazione : 20/04/2017     
Autore : Manuela Caramella



Diciamo la verità …la primavera che arriva porta una gran voglia di restarsene più a lungo del solito sotto le coperte . Una spiegazione fantasiosa vuole che il famoso  detto sia stato coniato dai contadini che non riuscivano a riposare a causa del ragliare degli asini che in questo mese vanno in amore ; ma più prosaicamente la stanchezza e la conseguente sonnolenza che colpisce tanti in questo periodo sono semplicemente legate all'adattamento del nostro organismo all'aumento delle ore di luce.

Certo , esistono indicazioni precise su quante siano le ore di sonno raccomandate a seconda delle fasce di età e ci vengono fornite dall'autorevole voce dell'americana National Sleep Foundation ; neonati e bimbi fino ai 2 anni dovrebbero dormire 11-14 ore al giorno diminuendole via via all'aumentare dell'età senza scendere però mai sotto le 6 ore e senza mai superare le 10 anche giunti ai 65 , soglia della terza età.
Ma quantità non sempre equivale a qualità ; spesso infatti il riposo è interrotto durante la notte da risvegli apparentemente immotivati se non legati ad esigenze fisiologiche .In realtà questi risvegli sono segnali che il corpo ci manda e che a seconda dell'ora in cui si verificano hanno significati diversi e curiosi.

Se  si verifica tra le ventuno e le ventitré il ridestarsi è  legato alla fatica di abbandonare i pensieri della giornata o ad un pasto troppo abbondante.
Svegliarsi tra le ventitré e l'una può indicare che risentimenti e rancore avvelenano il nostro sonno , mentre dal punto di vista fisiologico la cistifellea potrebbe essere affaticata dall'aver introdotto  cibi molto grassi ed oleosi che la costringono ad un superlavoro.
Tra l'una e le tre il nostro fegato si libera dalle tossine e un sonno non ristoratore in questa fascia oraria può dar luogo a spossatezza al risveglio ; inoltre dal punto di vista psicologico starebbe ad indicare la presenza di pensieri negativi che non riusciamo appunto ad " eliminare".

Dalle tre alle cinque sono i nostri polmoni ad essere riparati ; chi è vittima di grandi dispiaceri , provati od arrecati , ne subirà la presenza proprio in questa fascia oraria .
L'arco temporale tra le cinque e le sette vede l'espulsione delle tossine smaltite durante la notte; è inoltre l'orario in cui chi ha mangiato poco il giorno precedente finisce completamente il " carburante".

Al di là  di queste interpretazioni l'interruzione del riposo è problematica tanto quanto la difficoltà ad addormentarsi.L'ultima soluzione in ordine di tempo per contrastarla ci arriva addirittura dal Web. Basterà digitare su Youtube  ASMR , acronimo che sta per Autonomous  Sensory Meridian Response , cioè Risposta Autonoma del Meridiano Sensoriale. Si tratta di una serie di video la cui particolarità  consiste nel fatto che i protagonisti parlano degli argomenti più disparati sussurrando . E' proprio il tono basso e modulato a determinare una sensazione di rilassamento in chi li ascolta , come pure quando i rumori riprodotti sono quelli della carta stropicciata o di scatole che vengono aperte e chiuse. Per gli amanti del genere troviamo anche quelli in cui le persone filmate masticano rumorosamente . Anni di buona educazione immolati sull'altare dell'insonnia.

Qualunque sia il nostro problema possiamo  però sempre contare le pecorelle, a patto di non trovarci a fare i conti con quella nera…





AMO IL SOLE, MA COME MI PROTEGGO?UN'ANTEPRIMA MONDIALE NELLA COSMESI: UNA CREMA CON MICROSFERE DI CAMELIA