fbpx

Budapest Central European Fashion Week apre le porte ai giovani talenti emergenti

La Budapest European fashion week, ricca di sfilate, eventi, conferenze si è svolta nella meravigliosa città di Budapest per l’edizione Spring Summer 2020 dal 4 al 10 Novembre. Nel calendario molti designer ungheresi già protagonisti del programma Hungarian Fashion e Design Agency in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana, un progetto che si conferma sempre in crescita per il programma di mentoring che la CNMI sta sviluppando. La partnership coinvolge ad oggi sei designers quali Abodi, Artista, Cukovy, Elysian, Zsigmond Dora e Je Suis Belle. Questi brand la stagione scorsa hanno fatto parte della fashion week milanese riscuotendo un notevole riscontro positivo dalla stampa e dai buyers.
Le sfilate si sono svolte nel cuore della città trasmettendo quel sapore magico ed un mix di suggestioni culturali ed estetiche, un incontro tra immaginario tra Oriente ed Occidente.
Le sedi sono state il Bálna Budapest, un grande spazio interattivo con esposizioni e punti di incontro tra giovani e pubblico ed il Tesla Event Kult un vecchio edificio industriale. Nella prima giornata del calendario al Tesla ha sfilato l’ospite ucraino Roussin di Sofia Rousinovich dando prova della sua creatività con una collezione streetwear di cappotti e felpe oversize interessanti perché decorati a mano con scritte e con spray e con l’utilizzo di materiali catarifrangenti.


Sempre nell’edificio del Tesla l’ospite italiano quest’ anno è stato il designer Gilberto Calzolari che ha dimostrato il suo talento per lo stile elegante e per la ricerca nei tessuti sostenibili come i capi in sughero ecologico con stampe tropicali, frange gonne a balze e tante sahariane. In tema con la moda green la collezione di Patrick Mc Dowell che si è distinta per lo show “scenografico” con pochi capi unisex ma di effetto come i completi, tute dai tagli esagerati e tessuti etici.
Al termine della prima serata di sfilate hanno presentato le collezioni i giovani studenti emergenti del Young Talents Show, tra questi interessanti i duvet di Nóra Larcher dell’Art and Design University di Cluj-Napoca, Borbála Ferencz del Mome di Budapest, e i graffiti multicolor di Ilonca Bianca.
Tra gli stilisti ungheresi più conosciuti c’erano i nomi di Nanushka, Cukovy, Abodi, Virag Kerenyi.
Nanushka di Szandra Sándar è certamente tra le stiliste più famose, la sua
collezione si presenta con capi dai tagli semplici nei colori legati alla terra con qualche tocco di verde e di nero, molti completi con bermuda e sahariane, interessante è il vegan leather, un materiale sostenibile molto morbido al tatto effetto nappa.
Kata Szegedi è una collezione emergente e che esprime il suo talento di artista (proviene dal Krea Contemporary Art Institute) sia per la ricerca dei tessuti lavorati che per i tagli. Il brand dell’omonima designer e di Daniel Benus ha presentato molte giacche di cui alcune lunghe altre in organza delicatissime e camicie metallizzate dai colori vivaci come il verde e l’argento. Tra i brand supportati dalla camera della moda, Cukovy è un brand appartenente al mondo dell’activewear.

La designer Dora Zsigmond ha proposto interessanti piumini dai tagli etnici con colori vivaci come il giallo e cycling pants.
L’ultimo giorno del calendario hanno sfilato Artista di Katalin Imre, Nóra Rácz e Katalin Stampf sono i designers del brand ungherese molto amato dal pubblico locale e non solo. Interessanti sono le sue stampe stilizzate color block di volti o a tema floreale. Il risultato è un’immagine femminile elegante e minimal.
Boglárka Bódis, è la stilista di Elysian che ha sfilato l’ultimo giorno, le sue modelle camminavano al ritmo di una una musica magica proponendo look da cocktail e molti plissé. (www.bcefw.com)

Potete sfogliare gli album delle collezioni sulla passerella di Budapest sulla pagina ufficiale Budapest Central European Fashion Week

Elisabetta Zenatello

Redazione Montenapoleoneweb

Montenapoleone Web è un progetto editoriale digitale che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento autorevole nel campo del fashion, del design e del life-style. E’ la voce ufficiale di quello che accade nel quadrilatero della moda più famoso al mondo e in generale in tutta Milano. Infine è anche un luogo di interazione per chi è appassionato dei nuovi trend e vuole confrontarsi con i protagonisti di questo settore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.