fbpx

Milano Unica: record di visitatori, oltre 6.000 presenze, +2,6% dall’estero

Milano Unica fa il pieno di visitatori, oltre 6.000 nei 3 giorni di manifestazione a Rho Fiera (9-11 luglio), soprattutto dall’estero, in crescita del 2,6%, mentre rimangono stabili i buyer italiani. Il format con le date ‘anticipate’ a luglio si conferma vincente, mentre l’agenda digital-green in continua evoluzione ne accresce la reputazione internazionale.

@milanounica

Il calo di presenze da Cina (-13,7%) e Germania (14,7%) è stato ‘azzerato’ dagli ottimi risultati di India (+13,7%), Hong Kong (+13%), Gran Bretagna (+11%), Francia (+10%), Spagna (+9,5%), Olanda (+8,7%) e USA (+ 3,5%).

Nonostante la congiuntura sfavorevole per la tessitura italiana, con esportazioni (-2,3%) e produzione (-3,5%) in frenata nel primo trimestre 2019, i dati della 29esima edizione sono incoraggianti per il futuro. “L’incremento numerico e la qualità dei compratori internazionali confermano che la data di luglio è in sintonia con le esigenze del mercato”, ha commentato il presidente di Milano Unica, Ercole Botto Poala. Premiante anche la scelta di dedicare sempre maggiore spazio ai temi “dell’innovazione digitale e della sostenibilità”, prosegue Paola.

E-milanounica, il marketplace B2B lanciato a febbraio 2019 in versione pilota con Pitti Immagine, ha più che raddoppiato il numero di aziende aderenti, passate da 60 a 150, mentre l’area dedicata alla sostenibilità (attiva dal 2017) ha accolto oltre 150 espositori (+22%) per un totale di 1.004 campioni green (+40%).

Ercole Botto Paola, presidente di Milano Unica

In occasione della cerimonia inaugurale sono emersi con forza altri due temi chiave per il futuro dell’industria tessile nazionale, tra cui la dimensione delle aziende e i nuovi mercati di sbocco, come l’Africa. “Intendiamo intensificare la nostra presenza in vari settori spiegando i vantaggi della collaborazione, mentre, con ICE, dovremmo iniziare a guardare all’Africa (Etiopia in testa, ndr) come possibile mercato futuro”, aggiunge Poala.

Sullo sfondo della manifestazione, infine, la nuova partnership di sistema con i Green Carpets Fashion Awards di Camera Moda che, il 9 luglio, per bocca del suo presidente Capasa, ha svelato i nomi dei 5 finalisti del ‘Franca Sozzani GCC Emerging Designer Award’: Acbc, Benedetta Bruzziches, Flavia La Rocca, Anyango Mpinga e Twins Florence. I giovani talenti, che il 22 settembre prossimo si sfideranno per aggiudicarsi il primo premio al Teatro alla Scala, hanno potuto lavorare con i tessuti sostenibili messi a disposizione dalle aziende presenti a Milano Unica.

L’area del salone dedicata alla sostenibilità

Il salone italiano del tessile ha ospitato nel quartiere fieristico di Rho 608 espositori totali, incluse le aree dedicate a Giappone, Corea e IEG (Origin Passion & Beliefs), che scendono a 465 di pertinenza di Milano Unica, in linea con l’ultima edizione di luglio. La prossima edizione della rassegna si terrà dal 4 al 6 febbraio 2020, mentre la tappa di Shanghai andrà in scena dal 25 al 27 settembre prossimi.

Redazione Montenapoleoneweb

Montenapoleone Web è un progetto editoriale digitale che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento autorevole nel campo del fashion, del design e del life-style. E’ la voce ufficiale di quello che accade nel quadrilatero della moda più famoso al mondo e in generale in tutta Milano. Infine è anche un luogo di interazione per chi è appassionato dei nuovi trend e vuole confrontarsi con i protagonisti di questo settore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.