fbpx

MFW – L’abito di Kiton diventa decostruito e si propone come capo versatile – VIDEO –

La collezione Kiton Autunno/Inverno 2019/20 nasce dall’esigenza di offrire all’uomo Kiton un guardaroba confortevole e rilassato, funzionale alla sua passione per il viaggio – un guardaroba di capi da portare facilmente con sé, piegati in valigia e non riposti in porta abiti.
Rivoluzionando la propria identità, l’abito diventa decostruito e si propone come capo versatile, che trascende la tradizionale connotazione “formale”, per affacciarsi al mondo del “casual-elegant”. Abbinato a camicia e cravatta durante il giorno, o indossato con t-shirt ton sur ton e sneakers per un cocktail serale, l’abito Kiton è adatto ad ogni momento della giornata.
Se nell’immaginario collettivo il cappotto rappresenta l’eleganza austera, Kiton ha voluto rivisitare questo capo iconico e attualizzarlo, come nel modello UGO, un must dall’aspetto morbido e moderno.
Le nuove giacche Kiton offrono un’ampia varietà di pattern e lavorazioni, come il jacquard, grazie ai continui sviluppi del progetto “Pure Vicuña Yarn”, che testimonia l’impegno costante dell’azienda nella ricerca e nell’innovazione nel campo delle fibre e della sartorialità.
Una collezione che immancabilmente ruota intorno alla qualità dei tessuti, caposaldo di Kiton, autentica fonte di ricerca e ispirazione per raccontare la sua idea di stile. Tessuti realizzati partendo da fibre naturali, con lavorazioni a mano, creati in esclusiva nel lanificio Kiton di Biella, nel quale si sperimentano costantemente nuove fantasie, texture, e mescolanze di fibre. Le iconiche trame e fantasie degli archivi storici, come i Principe di Galles e i Pied-de-poule, assumono un aspetto completamente rinnovato grazie alla lavorazione decostruita dei capi.
Per la collezione Autunno/Inverno 2019/2020, Kiton arricchisce la sua proposta con capi dedicati alla montagna, che completano il guardaroba di un cliente che non vuole rinunciare alla qualità anche ad alta quota: giacche militari simili a parka con colli di pelliccia; piumini reversibili, lucidi o opachi. La novità assoluta della stagione è il cappotto in cashmere foderato in viseal, castorino o visone – must di Kiton – abbinato al double con interno in pile estraibile.
ll mondo della pelle, che sia nappa o scamosciato super selezionato, è riscaldato da imbottiture in piuma d’oca, utilizzate per smanicati, blouson, parka e giacca. Il montone, utilizzato per blouson e cappotti lunghi, sia in versione classica che sportiva, è nappato con lana riccia, o scamosciato con lana stirata; è inoltre tinto in botte, per avere colore uniforme sia all’interno che all’esterno.
Ripensato per affrontare le fredde temperature, il denim, “lavato in capo”, è inaspettatamente arricchito da riporti in castorino e foderato in piuma d’oca.

Redazione Montenapoleoneweb

Montenapoleone Web è un progetto editoriale digitale che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento autorevole nel campo del fashion, del design e del life-style. E’ la voce ufficiale di quello che accade nel quadrilatero della moda più famoso al mondo e in generale in tutta Milano. Infine è anche un luogo di interazione per chi è appassionato dei nuovi trend e vuole confrontarsi con i protagonisti di questo settore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.