fbpx

Saldi invernali al via da domani sabato 5 gennaio:i consigli “anti-bidone”

Il periodo interessato dagli sconti di stagione andrà dal 5 gennaio a marzo. Quest’anno la data di inizio degli sconti sarà la stessa per quasi tutte le regioni italiane. fatta eccezione per la Basilicata che ha dato il via ai saldi già il 2 gennaio, per la Sicilia, che farà gli sconti dal 6 gennaio, e per la Valle d’Aosta, dal 3 gennaio.

La fine dei saldi, invece, è stata fissata con più flessibilità nelle date comprese tra il 28 febbraio e 31 marzo. A fare eccezione la regione Campania. dove la fine dei saldi sarà prorogata fino al 2 aprile.

I saldi invernali termineranno, in molte regioni, a marzo

Ma vediamo nel dettaglio fino a quando, regione per regione, i cittadini italiani potranno usufruire degli sconti su merce come abbigliamento e accessori. In Abruzzo i saldi si svolgeranno dal 5 gennaio al 5 marzo; in Basilicata dal 2 gennaio al primo marzo; in Calabria dal 5 gennaio al 28 febbraio. In Campania la stagione degli sconti parte il 5 gennaio e si chiude il 2 aprile, in Emilia Romagna va dal 5 gennaio al 5 marzo; in Friuli Venezia Giulia dal 5 gennaio al 31 marzo; in Lazio dal 5 gennaio al 28 febbraio.

In Liguria i negozi sconteranno gli articoli dal 5 gennaio al 18 febbraio, in Lombardia dal 5 gennaio al 5 marzo; nelle Marche dal 5 gennaio al primo marzo; in Molise dal 5 gennaio al 5 marzo; in Piemonte dal 5 gennaio al 28 febbraio, in Puglia dal 5 gennaio al 28 febbraio, in Sardegna dal 5 gennaio al 5 marzo, in Sicilia dal 6 gennaio al 15 marzo; in Toscana dal 5 gennaio al 16 febbraio.

Infine, saldi al via dal 5 gennaio al 5 marzo in Umbria, dal 3 gennaio al 31 marzo in Valle d’Aosta e dal 5 gennaio al 31 marzo in Veneto.

Tra i consigli “anti-bidone” l’Unione nazionale consumatori in occasione dei saldi, ricorda di conservare sempre lo scontrino. “Non è vero che i capi in saldo non si possono cambiare. Valgono le regole di sempre. Il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso. Ci sono due mesi di tempo (non 7 o 8 giorni) per denunciare il difetto del capo e per ottenere la sua sostituzione o riparazione”, spiega il sito dell’Unione nazionale consumatori.

Inoltre, le vendite devono essere realmente di fine stagione: la merce messa in saldo deve essere l’avanzo della stagione che sta finendo, non fondi di magazzino. “Non fermatevi mai al primo negozio, ma confrontate i prezzi di più esercizi. Eviterete di mangiarvi le mani. A volte basta un giro in più per evitare l’acquisto sbagliato o per trovare prezzi più bassi. Nei giorni che precedono i saldi andate a curiosare nei negozi, segnandovi il prezzo della merce che vi interessa. Potrete così verificare se lo sconto praticato è reale ed andrete a colpo sicuro, evitando inutili code” scrive, ancora, l’Unione nazionale consumatori.

Redazione Montenapoleoneweb

Montenapoleone Web è un progetto editoriale digitale che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento autorevole nel campo del fashion, del design e del life-style. E’ la voce ufficiale di quello che accade nel quadrilatero della moda più famoso al mondo e in generale in tutta Milano. Infine è anche un luogo di interazione per chi è appassionato dei nuovi trend e vuole confrontarsi con i protagonisti di questo settore.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.